Il presidente del Consiglio Conte è intervenuto, il 26 marzo scorso, in aula al Senato, dopo aver parlato alla Camera mercoledì, per illustrare l’informativa sulle misure adottate per fronteggiare l’emergenza Covid-19. “Con il nuovo intervento normativo confidiamo di pervenire a uno strumento che abbia stanziamenti aggiuntivi non inferiore ai 25 miliardi già stanziati”, ha spiegato il premier.  “In definitiva  – ha aggiunto – confidiamo di poter offrire alle imprese e alle famiglie, lavoratori stanziamenti aggiuntivi per una somma totale non inferiore a 50 miliardi di euro”. (guarda il video del discorso del premier)

Tutelare aziende anche da rischi ambientali

 “L’emergenza ci mostra anche l’importanza di tutelare le nostre industrie di interesse strategico, alla luce di un’ampia serie di rischi epidemiologici, ambientali, sismici, informatici e geopolitici – ha spiegato Conte – i più preziosi asset del Paese vanno protetti con ogni mezzo, e saremo in grado di lavorare in questa direzione a partire dal prossimo provvedimento normativo in aprile”.

Investimenti in sostenibilità centrali per rilancio del Paese

“Per il rilancio economico dell’Italia – ha aggiunto –  restano di assoluta centralità gli investimenti pubblici e privati nella sostenibilità ambientale e l’impulso sempre maggiore alla trasformazione digitale del Paese”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.