cipe reddito energeticoTante sono le potenzialità del settore fotovoltaico e dell’autoconsumo per promuovere l’efficienza energetica dei consumi, qui di seguito due best practices nel comparto logistica.

Fotovoltaico logistica ed efficienza, l’impianto della cantina di Valdobbiadene

A maggio la Cantina produttori di Valdobbiadene, realtà storica della denominazione Prosecco superiore Docg, ha installato il suo secondo impianto fotovoltaico. Il sistema, in funzione in queste ultime settimane, è da 1548 pannelli è installato sul tetto del nuovo polo logistico, inaugurato a maggio del 2018.

Caratteristiche dell’impianto

L’impianto, realizzato da Upsolar, ha una potenza nominale di 495,36KWp e una produzione stimata annua di circa 520.000 KW/h. Questa soluzione, spiega una nota, “renderà autosufficiente il polo logistico, alimentando il lavoro dell’avveniristico magazzino automatizzato”. Si tratta di un locale interrato fino a 14 metri di profondità, in grado di ospitare 7 mila pallet gestiti da 2 trasloelevatori e 5 navette.

Riduzione delle emissioni

Oltre al risparmio energetico, il nuovo impianto permetterà di ridurre le emissioni di CO2. Un sistema di monitoraggio consente di quantificare in tempo reale l’energia autoprodotta, i consumi e i KG di CO2 risparmiata. Se si converte il dato nel numero equivalente di alberi che sarebbe stato necessario piantare per compensarne le emissioni in atmosfera emerge come dal 28 maggio si sarebbero risparmiate oltre 16 piante ogni giorno.

Fotovoltaico e logistica, tra efficienza e autoconsumo

Un altro esempio concreto delle potenzialità del comparto del settore fotovoltaico viene mostrato dai dati di una case history di Enerqos energy solutions. Nello specifico, un impianto fotovoltaico  da 1200 kW di potenza è stato installato per un fondo immobiliare logistico.

I numeri dell’impianto

Casehistoryfv

Il sistema adottato può produrre 1.350.000 kWh/anno a fronte di un consumo energetico aziendale annuo di 3.500.000 kWh. Per questo dato di consumo totale il costo ammontava senza il FV a 490 mila euro annuale. Con il nuovo impianto invece si risparmia il costo di tutta l’energia che si riesce ad autoconsumare. Di conseguenza si ottiene una diminuzione delle bollette elettriche. “Non tutta l’energia prodotta, però, viene autoconsumata”, spiega una nota. Per l’impianto installato è previsto un autoconsumo del 90% dell’energia prodotta dal fotovoltaico. Ciò si traduce in un totale di energia autoconsumata di 1.200.000 kWh/anno, con un risparmio annuale di 170.000 euro e 600 tonnellate di CO2.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.