efficienza energetica edifici
Efficienza energetica edifici

La transizione ecologica passa anche per gli edifici scolastici, le strutture sanitarie e gli impianti sportivi, che devono essere efficienti dal punto di vista energetico e idrico, compiendo un balzo in avanti almeno di due classi energetiche. 

Con questo fine è stato pubblicato il bando per accedere ai 200 milioni di euro destinati alla riqualificazione degli edifici suddetti di proprietà pubblica.

Il finanziamento massimo che si può richiedere per singolo edificio è di 2 milioni di euro. 

“La maggior parte degli edifici italiani nasce prima della previsione dei nuovi criteri per il risparmio energetico, per questo stiamo predisponendo una grande campagna per l’efficientamento energetico e la riqualificazione degli edifici, spiega Vannia Gava, sottosegretaria al MiTE. Non solo super bonus, che va esteso anche alle strutture alberghiere di un Paese a grande vocazione turistica, ma altre iniziative pratiche e già pronte come il rilancio del fondo Kyoto. Anche oggi un altro passo nel cammino della transizione”.

Il nuovo fondo Kyoto

Il nuovo fondo Kyoto è destinato al finanziamento della riqualificazione  energetica di 250 edifici che comprendono università, palestre, piscine, centri sociosanitari e tutte le strutture di proprietà degli enti pubblici.

Si tratta di un prestito a tasso agevolato, con lo 0,25% di interesse e una durata massima di 20 anni, che si può cumulare con il conto termico e altre forme di aiuto economico.

Cassa depositi e prestiti, in quanto soggetto gestore del fondo, ha messo a disposizione il portale informatico attraverso cui andranno inviate le domande debitamente compilate di ammissione al bando, che vanno inoltrate a mezzo posta elettronica certificata ai seguenti indirizzi: fondokyoto@pec.minambiente.it e cdpspa@pec.cdp.it.

I fondi disponibili sono pari a 200 milioni di euro, pertanto il criterio per essere ammessi alla procedura di finanziamento è quella dell’ordine cronologico di ricezione delle istanze fino ad esaurimento degli stessi.

Le modalità e i requisiti di partecipazione sono disciplinati dal decreto interministeriale 11 febbraio 2021, n. 65. L’avviso di apertura dei termini è pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, serie generale del 22 giugno 2021. 

La scadenza per la presentazione delle domande è fissata al 19 dicembre 2021.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.