efficienza energetica Enea ministero Difesa

Enea e il ministero della Difesa hanno sottoscritto un accordo di collaborazione per mettere in campo un programma di formazione in ambito energetico così da rafforzare le capacità tecniche del personale della Difesa, soprattutto nel campo dell’efficienza energetica.

L’accordo, firmato da Ilaria Bertini, direttrice del dipartimento Enea unità efficienza energetica, e dal generale di brigata Michele Caccamo, direttore della “Task Force Difesa per la valorizzazione di immobili, l’energia e l’ambiente”, è parte integrante del protocollo d’intesa siglato lo scorso febbraio finalizzato al rinnovamento delle infrastrutture della Difesa secondo il modello degli “smart military district”. 

Cosa prevede l’accordo

In base all’accordo, i tecnici di Enea faranno formazione sull’energy management e la diagnosi energetica al personale del ministero impegnato nella gestione della logistica degli immobili e nell’approvvigionamento dei beni e dei servizi. Inoltre, saranno formati degli energy manager per controllare i consumi e la diffusione di buone pratiche di risparmio energetico nelle strutture energivore, sia pubbliche che private. Una terza tipologia di corso è riservata al personale della Difesa preposto alla formazione degli esperti nella gestione dell’energia. 

Nell’ambito delle attività della “Task Force per la valorizzazione immobili, l’energia e l’ambiente”, Enea e ministero della Difesa hanno già collaborato alla riqualificazione energetica del policlinico militare del Celio a Roma, oltre ai corsi di energy management.

“L’Enea vede nel proseguimento di questa collaborazione un’importante occasione per favorire l’affermazione di una cultura dell’energia fondata sul rispetto dell’ambiente e su un uso consapevole delle risorse in uno degli ambiti più importanti del settore pubblico”, ha commentato in una nota stampa Ilaria Bertini.

Per il generale di brigata Michele Caccamo la formazione di queste figure profesionali è fondamentale “per intraprendere ulteriori progetti rivolti al risparmio energetico, alla razionalizzazione dei consumi e allo sviluppo delle fonti di energia rinnovabili nel vasto comparto immobiliare della Difesa”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.