commissione europea
foto Pixabay

Lo scorso 18 gennaio la Commissione europea ha dato il via a due consultazioni pubbliche nel settore dell’energia con lo scopo di far procedere spedito il Green Deal europeo e ridurre le emissioni del 55% entro il 2030.

I temi delle consultazioni

I temi affrontati nelle consultazioni riguardano l’energia solare nell’Unione europea e le modalità per migliorare le procedure di autorizzazione per i progetti di energia rinnovabile e, l’agevolazione degli accordi di compravendita di energia elettrica rinnovabile.
Le due consultazioni daranno in questo modo il proprio contributo al raggiungimento del 40% di energie rinnovabili nel mix energetico europeo entro il 2030.

Nel corso del 2022, la Commissione pubblicherà una strategia sull’energia solare, e la relativa consultazione raccoglierà i pareri sulle modalità per aumentare la capacità di questa fonte di energia. La consultazione verte soprattutto sui principali rischi di strozzature e ostacoli agli investimenti nel quadro della attuale normativa.

La seconda consultazione

La seconda consultazione si focalizza sugli orientamenti della Commissione finalizzati ad accelerare le procedure di rilascio delle autorizzazioni, che perverranno entro l’estate. La consultazione riguarda anche gli accordi di compravendita di energia elettrica rinnovabile, ovvero i contratti diretti tra imprese e fornitori di energia per la fornitura di energia rinnovabile. La Commissione vuole accelerare i tempi necessari a stipulare tali contratti e ridurne la complessità.

Gli interessati possono esprimere il loro parere sulle consultazioni fino al 12 aprile 2022. Maggiori informazioni sono disponibili qui e qui.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.