gasQuale ruolo ricoprirà il gas, in particolare l’idrogeno e i gas verdi, nella transizione energetica e lotta ai cambiamenti climatici? Per scoprirlo Snam, anche attraverso la fondazione Snam, e politecnico di Milano hanno siglato oggi un accordo quadro.

“Le sinergie tra imprese e mondo accademico saranno decisive nella fase di ripartenza, soprattutto in un settore come il nostro che nei prossimi anni sarà caratterizzato da una fortissima innovazione”, ha detto in una nota stampa l’amministratore delegato di Snam, Marco Alverà.

Il gas nella transizione energetica: accordo Snam e politecnico di Milano

Al centro dei lavori, si legge in nota, “l’analisi e la reingegnerizzazione delle tecnologie di produzione, stoccaggio e utilizzo, oltre ad approfondimenti sull’impatto delle miscele di idrogeno e gas naturale sulle infrastrutture di trasporto esistenti”. Oltre a iniziative di ricerca congiunte su macrotemi di particolare attualità: trasformazione digitale applicata alla rete di trasporto del gas, finanza sostenibile, formazione del personale e attrazione dei talenti.

Dal biometano allo small scale gnl, tutti i combustibili alternativi impiegati nel panorama dei trasporti sostenibili saranno inclusi nello studio. La ricerca si concentrerà anche sui progetti di cattura, trasporto, stoccaggio e riutilizzo dell’anidride carbonica.

“Dalla competenza e dalla collaborazione efficace tra pubblico e privato arrivano risposte credibili ai bisogni sociali e alla domanda di crescita sostenibile”, ha aggiunto Ferruccio Resta, rettore del politecnico di Milano.

Le attività delle singole iniziative saranno fissate da specifici contratti, che ripartiranno i contributi di ciascun soggetto coinvolto, definendo le modalità di realizzazione delle attività. Con molta probabilità, poi, Snam e politecnico di Milano parteciperanno congiuntamente a bandi internazionali.

Tre borse di studio per le ragazze

Non da ultimo, l’accordo quadro prevede la donazione da parte di Snam e la sua Fondazione di tre borse di studio di durata triennale per stimolare nelle ragazze lo studio delle discipline Stem (scienze, tecnologia, ingegneria e matematica). L’iniziativa rientra nel programma Pari opportunità politecniche (Pop) del Politecnico con l’iniziativa “Girls@Polimi”.

“Questo accordo, in particolare, riguarda un settore strategico per la lotta al cambiamento climatico e viene siglato in un momento particolare della vita del Paese, rappresentando un chiaro segnale di come università e impresa possono mettere a fattore comune per la ripresa competenze, formazione e ricerca sviluppando una sinergia sempre più stretta tra gli attori in campo col fine ultimo di avere un impatto positivo sull’intero tessuto economico e sociale”, ha concluso Andrea Sianesi, presidente fondazione Politecnico.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.