Carbon Capture Utilization and Storage, il futuro della decarbonizzazione

381

CentraleIn uno scenario al 2040, in cui si prevede che la quota di combustibili fossili nella domanda di energia primaria si attesti intorno al 75%, come affermato dal World Energy Outlook 2015 dell’Agenzia internazionale per l’energia (IEA), il contributo al percorso di decarbonizzazione non può essere limitato all’utilizzo di fonti di energia rinnovabile e all’adozione di misure di efficienza energetica. E’ necessario, infatti, percorrere una terza strada legata all’introduzione di soluzioni tecnologiche innovative. 

E’ quanto affermato in un articolo sul sito del World Economic Forum che, tra  le soluzioni di ultima generazione su cui investire, cita la Carbon Capture Utilization and Storage (CCUS), una tecnologia in grado di “catturare CO2 dall’uso di combustibili fossili da conservare nelle formazione geologiche o da utilizzare come materia prima per prodotti di carbonio-neutro come ad esempio combustibili e prodotti di carbonio-negativo tra cui alcuni materiali da costruzione”. Questa tecnologia è ritenuta una delle poche soluzioni in grado di avere un ruolo chiave nella decarbonizzazione  delle centrali elettriche a gas e carbone, ma, a causa degli elevati costi che comporta, non può ancora contare su un’ampia distribuzione commerciale. 

In questo contesto, si legge sul sito del World Economic Forum, la Global Agenda Council on Decarbonizing Energy ha promosso l’iniziativa The Carbon Management Coalition (CMC), a partire dall’inizio del 2016, un’operazione che ha l’obiettivo di introdurre una visione sinergica all’interno di un settore che vede più di 50 progetti legati al CCU in fase di analisi, con un ritmo di sviluppo e di diffusione commerciale che va, però, a rilento. 

La sfida, in questo senso, è quella di promuovere un coordinamento su scala internazionale che, come ha specificato il Carbon Management Coalition, abbia un triplice obiettivo: fare rete attraverso una varietà di membri, condividere  le esperienze legate ai diversi progetti attualmente in fase di sperimentazione, promuovere la conoscenza della CCUS e introdurre le tecnologie più innovative per sviluppare questo tipo di soluzione. 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.