torri eoliche Eurofer
foto Pixabay

A seguito del regolamento della Commissione europea che impone dazi antidumping definitivi sulle importazioni di torri eoliche in acciaio dalla Cina, pubblicato lo scorso 16 dicembre, la European steel association – Eurofer ha rilasciato una dichiarazione con la quale afferma di accogliere con favore l’imposizione di misure antidumping dell’UE, che impone condizioni commerciali eque lungo la catena del valore dell’acciaio nell’industria europea. La massiccia capacità in eccesso della Cina e le distorsioni commerciali non si fermano al livello dei materiali industriali a monte.

“Questo caso illustra che i settori a valle che utilizzano l’acciaio non possono fare affidamento solo sui benefici a breve termine dei bassi costi di produzione derivanti da pratiche commerciali sleali”, ha detto Axel Eggert, direttore generale di Eurofer. “Questo è particolarmente importante in settori che sono essenziali per la transizione verso l’energia verde in particolare e l’industria verde in generale” per raggiungere gli ambiziosi obiettivi climatici dell’UE, ha aggiunto Eggert.

Il regolamento della Commissione

La Commissione ha pubblicato lo scorso 16 dicembre il regolamento che impone dazi antidumping definitivi sulle importazioni di torri eoliche in acciaio dalla Cina. I dazi vanno dal 7,2% al 19,2%. Queste misure servono a proteggere e difendere i produttori e i lavoratori dell’UE dalle pratiche di distorsione del commercio che danneggiano la produzione europea.

L’inchiesta ha confermato che, le importazioni di torri eoliche in acciaio dalla Cina per un valore annuo di 300 milioni di euro avvenivano a prezzi di dumping, causando danni economici ai produttori dell’UE. Le torri eoliche in acciaio sono una componente importante delle turbine eoliche, essenziali per la produzione di energia eolica e per la transizione all’energia verde.

I dazi garantiranno condizioni concorrenziali eque

L’imposizione di dazi antidumping garantirà condizioni di concorrenza eque per le vendite di torri eoliche in acciaio nel mercato europeo. Permetterà ai produttori di turbine eoliche nell’UE e ai loro progetti eolici di poter scegliere tra torri eoliche in acciaio prodotte nell’Unione e importate a prezzi competitivi ed equi.

La catena del valore europea dell’acciaio

Queste misure antidumping aiuteranno anche a proteggere la catena del valore dell’acciaio e oltre 3600 posti di lavoro diretti nell’UE.
La produzione di torri eoliche in acciaio è economicamente molto significativa per l’Unione, con un valore di mercato annuale di circa 1 miliardo di euro. Le torri eoliche in acciaio prodotte nell’UE vengono anche installate in turbine eoliche in altre parti del mondo, poiché solo pochi paesi le producono.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.