Modifica unilaterale del contratto di energia elettrica: che fare?

3763

Bollette ConsumatoriHai ricevuto una proposta di modifica unilaterale del contratto di energia elettrica o gas? Puoi accettare o rifiutare: scopri subito come fare

Hai faticato tanto per trovare l’offerta luce più adatta alle tue esigenze ed ecco che, improvvisamente, ti arriva la cosiddetta proposta di modifica unilaterale del contratto di energia elettrica da parte del tuo fornitore. In parole semplici, si tratta di una comunicazione attraverso la quale il tuo operatore energetico ti avvisa dell’intenzione di modificare le condizioni dell’offerta che hai attivato, solitamente in peggio.

Come comportarsi? Innanzitutto prenditi un po’ di tempo per capire se le nuove condizioni siano ancora vantaggiose o meno: in quest’ultimo caso è il momento di rimettersi a confrontare le offerte luce dei principali operatori energetici e cambiare fornitore, cosa che potrai fare senza costi a tuo carico.

Proposta di modifica unilaterale del contratto di energia elettrica: come avviene?

La proposta di modifica unilaterale del contratto si ha quando il tuo operatore luce o gas vuole cambiare le condizioni economiche stipulate in precedenza. Si chiama ‘unilaterale’ proprio perché è solo una delle due parti coinvolte nel contratto a voler effettuare tale modifica. L’altra parte ha ovviamente tutto il diritto di rifiutare la proposta e cambiare fornitore, ma di questo ci occuperemo più avanti.

La comunicazione di modifica unilaterale deve contenere in modo chiaro ed esplicito tutti i seguenti elementi:

  • dettagli sulle nuove condizioni economiche proposte;
  • gli effetti della variazione;
  • la data dalla quale sarà effettiva la modifica;
  • le modalità con cui il cliente può recedere senza costi dall’offerta, nel caso in cui non dovesse ritenere soddisfacenti le nuove condizioni.

La proposta di modifica unilaterale ti arriverà tramite comunicazione scritta, per posta tradizionale oppure via e-mail, a seconda delle modalità di contatto previste. L’operatore è tenuto a inviarti questa comunicazione con almeno 3 mesi di preavviso rispetto al momento in cui la modifica diventerà effettiva. 

Solitamente, la proposta di modifica unilaterale viene inviata in concomitanza con la scadenza delle condizioni contrattuali concordate: è il caso, ad esempio, delle offerte a prezzo bloccato per 1 o 2 anni, periodo dopo il quale le condizioni vengono ridefinite.

Ho ricevuto una proposta di modifica unilaterale: come mi comporto?

Se ricevi una proposta di variazione del contratto luce e gas, la prima cosa che devi fare è capire se le nuove condizioni potrebbero essere comunque vantaggiose in base alle tue esigenze. La cosa migliore è quindi procedere a un nuovo confronto delle offerte luce e gas presenti sul mercato, magari aiutandoti con un comparatore online per velocizzare l’operazione.

A questo punto gli scenari possibili sono due. Se l’offerta fosse comunque vantaggiosa, anche con le modifiche proposte dal tuo fornitore, non dovrai fare assolutamente nulla. Vale infatti la regola del silenzio-assenso: se non rifiuti la proposta in forma scritta, questa si intenderà accettata.

Se invece le nuove condizioni non fossero soddisfacenti, potrai rifiutare la proposta e recedere dal contratto senza alcun costo a tuo carico. Per farlo ti basterà  seguire le istruzioni riportate nella stessa proposta di modifica. Solitamente hai tempo 30 giorni dalla ricezione della comunicazione per inviare all’operatore una raccomandata a/r dove esprimi esplicitamente la tua volontà di recedere dall’offerta.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Marianna Palumbo
Ex web editor di SuperMoney, comparatore di tariffe online per energia, assicurazioni, prestiti, mutui, telefonia, pay tv e soluzioni per la finanza personale.