Home RUBRICHE CONSUMER Il futuro del fotovoltaico è nei Sistemi Efficienti di Utenza (SEU)

Il futuro del fotovoltaico è nei Sistemi Efficienti di Utenza (SEU)

0
Il futuro del fotovoltaico è nei Sistemi Efficienti di Utenza (SEU)

SEUCome investire sul fotovoltaico quando saranno terminati gli incentivi statali? La risposta è nei Sistemi Efficienti di Utenza (SEU).

In Italia se si vuole investire sul fotovoltaico si possono sfruttare gli incentivi statali che permettono di recuperare parte della spesa sostenuta per i lavori di installazione e acquisto. Grazie alle offerte di Compass, di Findomestic o di altri istituti finanziari, è possibile avere la liquidità necessaria e quindi questi investimenti sono accessibili anche a famiglie o imprese in temporanea mancanza di risorse economiche. Ma quale futuro c’è per il fotovoltaico una volta esaurito il sistema di incentivi ed ecobonus?
La risposta è nei Sistemi Efficienti di Utenza (SEU) che rappresentano la nuova frontiera per gli investimenti nel fotovoltaico. Dopo la delibera pubblicata a marzo dall’Aeeg (l’Autorità per l’energia) si è fatta un po’ di chiarezza sulle modalità di utilizzo di questi strumenti, ma bisognerà valutare nel tempo l’effettivo impatto sul mercato del solare. Anche di questo si è parlato alla manifestazione Solarexpo – The Innovation Cloud 2014 svoltasi a Milano dal 7 al 9 maggio.
L’evento ha visto protagonisti alcuni fra i principali stakeholders del mercato del fotovoltaico che hanno avuto la possibilità di confrontarsi con rappresentanti delle istituzioni come Claudio De Vincenti, Viceministro dello Sviluppo Economico, e Silvia Velo, Sottosegretario all’Ambiente. Al centro del dibattito, ovviamente, c’è stata l’agenda economica del governo Renzi con particolare attenzione per lo sviluppo del settore energetico e industriale.
Tutti si sono trovati d’accordo su un punto focale ovvero che la green economy in Italia è arrivata a un bivio: il sistema di incentivi statali per il fotovoltaico si sta lentamente esaurendo e bisogna pensare a una strategia economicamente sostenibile per il futuro. Ovviamente dalle scelte di oggi dipenderanno le sorti di molte imprese, ma anche le famiglie subiranno le conseguenze di questa politica: basta pensare che ancora oggi sulla bolletta della luce paghiamo gli incentivi per le rinnovabili.
Come detto, la soluzione per il futuro potrebbe essere rappresentata soprattutto dai Sistemi Efficienti di Utenza (SEU) che sono in grado di sopperire alla mancanza di incentivi statali. Per chi non lo sapesse, si tratta di sistemi intelligenti legati a un impianto fotovoltaico (o comunque a una fonte di energia rinnovabile) che permette di accumulare energia per venderla sulla rete a un prezzo superiore rispetto a quello del mercato elettrico tradizionale.
I SEU sono gestiti da un singolo produttore che può decidere di tenere per uso personale l’energia accumulata o venderla a un cliente che potrà ovviamente godere di tariffe agevolate. Luca Zingale, Direttore scientifico di Solarexpo – The Innovation Cloud, ha dichiarato a riguardo: “Questi nuovi modelli sono davvero spendibili, specie in un mercato con una buona irradiazione solare e alti costi dell’elettricità, come quello italiano”.
Emilio Cremona, Presidente di Anie – Gifi, Gruppo Imprese Fotovoltaiche Italiane, aveva invece parlato dei Sistemi Efficienti di Utenza come “Una grande opportunità che permetterà a molte aziende di pagare meno l’energia elettrica, rendendole più competitive. Autoconsumo e generazione distribuita potranno trovare finalmente il loro dovuto sviluppo a beneficio del sistema elettrico, abilitando allo stesso tempo l’ammodernamento della rete grazie ai Seu”.
Insomma per il fotovoltaico in Italia c’è un futuro anche oltre il sistema di incentivi ed ecobonus. L’importante è informarsi adeguatamente sulle modalità di investimento e fondamentale sarà anche ridurre i costi di produzione e accumulo dell’energia solare.

Print Friendly, PDF & Email