Come funzionano gli impianti a pompa di calore?

821

Riscaldamento VarioL’associazione Assoclima torna a porre l’attenzione sugli impianti a pompa di calore. Ecco tutto quello che c’è da sapere su funzionamento e vantaggi

In data 18 Gennaio si è svolta a Milano l’assemblea di Assoclima durante la quale l’Associazione Costruttori Sistemi Climatizzazione ha illustrato i risultati positivi dei primi nove mesi del 2016. In occasione del meeting, le aziende associate sono state sollecitate a prepararsi a cogliere con il nuovo anno le opportunità di business derivanti dai cambiamenti in atto sul mercato dell’energia e, in particolare, nel settore degli impianti di riscaldamento e climatizzazione.

Il positivo andamento in questo ambito (+44,5% in numero di pezzi e +37,1% a valore nell’arco dei primi 9 mesi del 2016 rispetto al medesimo periodo del 2015) è in buona parte dovuto alla crescita dei cosiddetti impianti a pompa di calore. Questi dispositivi di riscaldamento e climatizzazione hanno infatti finalmente acquisito dignità all’interno del comparto, anche grazie all’introduzione della tariffa D1 e alle proroghe delle detrazioni fiscali del 65%.

Impianti a pompa di calore: come funzionano?

Proprio perchè gli impianti a pompa di calore rappresentano una soluzione che sta prendendo piede anche in Italia, conoscere come funzionano questi dispositivi potrebbe tornarti utile qualora tu debba sostituire il tuo vecchio impianto di riscaldamento e/o climatizzazione.

La pompa di calore altro non è che una macchina in grado di trasferire energia da un ambiente a bassa temperatura a un sistema di temperatura più elevata, o viceversa. Si tratta quindi di una tecnologia che è in grado, utilizzando un unico impianto, sia di riscaldare che di raffreddare la tua abitazione così come di produrre l’acqua calda sanitaria.

In inverno il macchinario produce calore termico prelevando dall’ambiente esterno il calore immagazzinato nell’aria, nell’acqua e nel suolo per poi trasferirlo all’interno dei locali della tua casa. Viceversa in estate, grazie alla possibilità di inversione del ciclo, l’impianto segue il principio di funzionamento del frigorifero domestico. Ovvero sottrae il calore in eccesso e lo espelle all’esterno rinfrescando gli ambienti.

Come anticipato, un impianto con pompa di calore funziona come una classica caldaia ed è quindi in grado di scaldare l’acqua in appositi serbatoi di accumulo per poi distribuirla attraverso le normali tubature idrauliche presenti nell’ambiente domestico.

Perchè conviene un impianto a pompa di calore?

Fatta chiarezza sul funzionamento della tecnologia con pompa di calore, andiamo ora ad analizzare quali sono i vantaggi degli impianti a pompa di calore. Innanzitutto, la pompa di calore è una tecnologia energicamente efficiente in quanto è in grado di raccogliere una quantità di energia termica sotto forma di calore di molto superiore all’energia elettrica necessaria per il suo funzionamento.

Si tratta quindi di una soluzione che ti permette di limitare al minimo il consumo di energia primaria da fonte fossile, a differenza della caldaia tradizionale che utilizza gas o gasolio e che ha elevate emissioni inquinanti.

Un impianto con pompa termica è inoltre una tecnologia rinnovabile poiché assolve alle sue funzioni sfruttando il calore presente nell’aria, nell’acqua e nel terreno. Infine, proprio perché utilizza energia pulita, l’acquisto di questa strumentazione è soggetta ad incentivi statali e sgravi fiscali, ovvero al cosiddetto Ecobonus.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Marianna Palumbo
Ex web editor di SuperMoney, comparatore di tariffe online per energia, assicurazioni, prestiti, mutui, telefonia, pay tv e soluzioni per la finanza personale.