caro-bollette

Anche il Regno Unito, come il resto dell’Europa, sta pensando ad un intervento sostanziale nel mercato dell’elettricità, che possa calmierare i prezzi che impattano sui consumatori.

L’idea è che sia lo Stato a pagare i fornitori di energia quando i prezzi all’ingrosso del gas aumentano bruscamente, in modo da mitigare il colpo per i consumatori.

La proposta, promossa dalle compagnie energetiche, è stata definita dai funzionari del governo come plausibile e logica, ma è stato anche ammesso che un tale provvedimento potrebbe avere dei lati negativi.

Secondo questa iniziativa, i fornitori di energia riceveranno dei pagamenti dal governo quando i prezzi all’ingrosso del gas supereranno certe soglie, evitando così che l’aumento passi ai consumatori. Questa proposta, conosciuta come meccanismo temporaneo di stabilizzazione dei prezzi, ha diversi anni, e consiste nel fatto che i fornitori devono restituire i fondi al governo nel caso in cui i prezzi all’ingrosso scendano sotto il livello concordato.

Il Cancelliere dello Scacchiere nel secondo governo Johnson, Rishi Sunak, ha ammesso che gli alti prezzi all’ingrosso potrebbero costituire un pesante fardello per i contribuenti, ma i funzionari stanno discutendo con Boris Johnson su come mitigare la crisi che sta investendo il costo della vita.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.