bollette

Con il decreto del 30 giugno, il Governo ha disposto misure per il contenimento degli aumenti sui prezzi nel settore energia. L’intervento a calmierare le spesi nelle bollette degli italiani prevede lo stanziamento di ulteriori risorse pari, per il settore elettrico, in relazione agli oneri generali, a 1,915 miliardi di euro).

Arera rende noto che nel terzo trimestre 2022 si registrerà un aumento del costo per l’energia elettrica con una variazione della spesa complessiva del +0,4% rispetto al trimestre precedente. Tale variazione è dovuta, per la parte riguardante la spesa per la materia energia, all‘incremento della componente PE a copertura dei costi di acquisto dell’energia elettrica (+5,5%), cui si aggiunge un incremento della componente PD a copertura dei prezzi di dispacciamento (+0,6%) e una diminuzione della componente Ppe per il corrispettivo di perequazione (-5,7%). Rimane invece invariata la bolletta del gas.

Federconsumatori: “Sospensione distacchi per morosità”

Federconsumatori commenta così nella nota stampa: “Bene l’intervento di Arera e del Governo, teso principalmente ad azzerare le componenti degli oneri di sistema, mettendo in atto in via emergenziale ciò che noi, da anni, chiediamo che diventi strutturale”, si legge nella nota stampa. L’associazione fa notare che il confronto con le spese sostenute nello scorso anno “rimane a dir poco impressionante”. Per la bolletta elettrica la spesa per la famiglia-tipo nell’anno scorrevole (compreso tra il 1° ottobre 2021 e il 30 settembre 2022) sarà di circa 1.071 euro, +91% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente. Nello stesso periodo, la spesa della famiglia tipo per la bolletta gas sarà di circa 1.696 euro, con una variazione del +70,7% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente.

“In assenza di interventi la variazione sarebbe stata decisamente peggiore, pari a circa il +45% per la bolletta gas e +15% per quella elettrica”, evidenzia ancora nella nota il presidente di Ferconsumatori, Michele Carrus.

Infine, per sostenere ancora di più le famiglie, “riteniamo doveroso e indispensabile, in questa delicata fase, disporre una sospensione dei distacchi per morosità e una lunga rateizzazione delle bollette”, conclude la nota.

Leggi anche Caro bollette: misure da 3,27 miliardi contro nuovi rincari

Bollette: aggiornamento di prezzi e tariffe

  1. Spesa per la materia energia:
  • 31,17 centesimi di euro (75,1% del totale della bolletta) per i costi di approvvigionamento dell’energia, in aumento del 0,5% rispetto al secondo trimestre 2022;
  • 1,91 centesimi di euro (4,6% del totale della bolletta) per la commercializzazione al dettaglio, invariato rispetto al secondo trimestre 2022.
  1. Spesa per il trasporto e la gestione del contatore:
  • 3,85 centesimi di euro (9,3% del totale della bolletta) per i servizi di distribuzione, misura, trasporto, perequazione della trasmissione e distribuzione, qualità; invariato rispetto al secondo trimestre 2022.
  1. Spesa per oneri di sistema:
  • 0 centesimi di euro (0% del totale della bolletta) per la spesa per oneri di sistema, azzerata come nel secondo trimestre 2022.

Leggi anche Bolletta luce e gas: da gennaio 2023 maggiore trasparenza e informazioni per i consumatori

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.