Il 90% degli italiani è consapevole del fatto che lo spreco alimentare è uno dei grandi problemi su cui intervenire in maniera prioritaria e che è strettamente connesso a questioni di carattere ambientale. E’ quanto emerge dal 1° Osservatorio social sugli sprechi alimentari, realizzato dall’app antispreco Too Good To Go e Al.ta Cucina attraverso un sondaggio condotto su oltre 650mila followers su Instagram. 

L’86% degli italiani ammette di sprecare cibo

Dai dati è emerso inoltre che circa l’86% degli italiani ammette di sprecare del cibo. Tra gli alimenti più sprecati al primo posto ci sono pane (23%), verdure (19%) e frutta (13%); seguono latticini e derivati (12%), pasta (9%) e carne (7%).

Sulla Doggie bag c’è ancora qualche riserva

Dal sondaggio emerge come il problema dello spreco di cibo vada affrontato soprattutto su un piano culturale. Un esempio è il fatto che il 56% degli italiani ammette di non pensare mai a all’opzione doggy bag o ad altre soluzioni che permettano di portare a casa gli avanzi affermando addirittura di vergognarsi a richiederle. Tuttavia l’81% degli utenti ha confermato l’interesse a comprare l’invenduto del giorno di negozi o ristoranti ad un prezzo conveniente prima che venga sprecato.

Spreco di cibo e festività natalizie

Le festività sono alle porte e con esse l’aumento esponenziale dei consumi di cibo e degli sprechi, nonostante 8 italiani su 10 promettano di evitare di buttare gli avanzi del pranzo di Natale e di mangiarli a cena”-  commenta in nota Eugenio Sapora, Country Manager per l’Italia di Too Good To Go – grazie al nostro primo esperimento di indagine social resa possibile dalla community di Al.ta Cucina abbiamo confermato che uno dei problemi nella lotta agli sprechi alimentari è la paura del giudizio altrui”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.