suoloLa riconversione agroecologica dell’agricoltura italiana sarà indispensabile per mantenere il suolo vivo e proteggere la biodiversità del terreno. Il Cib-Consorzio italiano biogas, a due giorni dalla Giornata mondiale del suolo 2020 celebrata sabato 5 dicembre, ricorda l’importanza del suolo, risorsa non rinnovabile.

Salvare il suolo con la riconversione agroecologica

“Farming for future. 10 azioni per coltivare il futuro” è il progetto con cui il Cib promuove l’utilizzo di digestato come fertilizzante organico per restituire nutrienti al suolo e ridurre l’uso di fertilizzanti chimici. Con il digestato, aggiunge Cib, si forniscono al terreno non solo azoto, fosforo e potassio, ma anche quote di carbonio organico che aumentano la fertilità del suolo, contrastando il rischio di desertificazione.

La maggior parte dei terreni coltivati del Sud Italia, prosegue il Consorzio, ha una dotazione di sostanza organica inferiore all’1%, i suoli italiani si stanno impoverendo. “La concimazione organica con digestato è la strada giusta per avere un suolo fertile e resiliente; da un lato, si incrementa la sua dotazione di sostanza organica, dall’altro si combatte la crisi climatica grazie alla CO2 sottratta all’atmosfera e fissata in modo stabile nel suolo”, sottolinea in una nota stampa Piero Gattoni, presidente del Cib.

Le dieci azioni di Farming for future

  1. Energie rinnovabili in agricoltura
  2. Azienda agricola 4.0
  3. Gestione dei liquami da allevamento
  4. Fertilizzazione organica
  5. Lavorazioni agricole innovative
  6. Qualità e benessere animale
  7. Incremento fertilità dei suoli
  8. Agroforestazione
  9. Produzione e uso di biomateriali
  10. Biogas e altri gas rinnovabili

“Adottare un nuovo paradigma per produrre di più con meno risorse”

In conclusione “adottare un nuovo paradigma, per produrre di più con meno risorse, non è solo doveroso ma è possibile, come dimostrano le azioni concrete già intraprese dalle aziende del Biogasfattobene®”, afferma Gattoni. “Per questo auspichiamo che anche il quadro normativo favorisca sempre più l’uso agronomico del digestato come fertilizzante organico completo, capace di sostituire quantità sempre crescenti di concimi di sintesi”, conclude.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.