olio di palma certificato

Consolidare la produzione di olio di palma sostenibile per una maggiore biodiversità, e promuovere l’utilizzo di prodotti contenenti olio di palma certificato”. E’ questo l’obiettivo del protocollo di intesa tra WAZA (World Association of Zoos and Aquariums) e RSPO (Roundtable on Sustainable Palm Oil) siglato a Berlino nell’ambito della 72° Conferenza Annuale WAZA. Il documento è stato firmato da Darrel Webber, Chief Executive Officer di RSPO, e da Jenny Gray, Presidente di WAZA.

Cosa prevede il protocollo

WAZA – si legge in una nota – incoraggerà i propri membri a diffondere informazioni corrette sull’importanza della produzione e del consumo di olio di palma sostenibile ai visitatori di zoo e acquari puntando ad avere oltre il 50% dei propri membri impegnati in quest’attività di promozione e certificati a RSPO entro il 2023. RSPO a sua volta “incoraggerà i propri membri a incrementare il consumo di olio di palma certificato sostenibile entro la stessa data”.

WEBBER (RSPO): Un’operazione di cui siamo molto fieri

Siamo molto fieri di questa partnership” ha commentato in nota Darrel Webber, Chief Executive Officer di RSPO. “I produttori membri di RSPO, grandi e piccoli, avranno d’ora in poi un alleato in più per informare ed educare i consumatori, incoraggiandoli a sostenere i prodotti contenenti olio di palma certificato sostenibile. Inoltre, questo Protocollo incentiverà i produttori ad allearsi con i membri di WAZA per conservare ambienti e specie selvatiche”.

Più di 700 milioni di persone visitano zoo e acquari ogni anno, ed è proprio questo il motivo per cui i nostri membri WAZA possono giocare un ruolo chiave nell’informare i visitatori sugli effetti devastanti di una produzione di olio di palma non sostenibile” ha affermato in una nota Doug Cress, Chief Executive Officer di WAZA.
L’accordo con RSPO ci offre le risorse per cambiare i comportamenti dei consumatori attraverso l’esempio. Contiamo di avere oltre la metà dei nostri membri impegnati verso l’olio di palma sostenibile entro il 2023”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.