suolo

Un suolo in salute protegge dai disastri ambientali e dalle emergenze alimentari, ma nonostante questa consapevolezza, ogni anno in Europa 60mila kmq di suolo perdono la loro fertilità per cause quali: siccità, impermeabilizzazione del suolo, inquinamento, desertificazione e altre cause di degrado.

La campagna “Act for Land”

In assenza di una legge quadro europea che tuteli il suolo, sono i cittadini e gli amministratori europei a doversi attivare in sua difesa. Con questo obiettivo, parte dall’Italia “Act for Land”, campagna europea a difesa del suolo, che promuove l’utilizzo di “Landsupport”, piattaforma innovativa, nata da una ricerca pubblica e no profit, finalizzata a supportare processi decisionali per l’agricoltura, la silvicoltura, la sostenibilità ambientale e la gestione del territorio.

La piattaforma “Landsupport”

La piattaforma permette di avere delle risposte in tempo reale su problematiche di pianificazione, gestione e fruizione del territorio. É possibile programmare azioni di tutela e ripristino osservando in tempo reale le parti di territorio compromesse.

La piattaforma completamente gratuita, è nata grazie ad un progetto europeo, finanziato dal Programma quadro di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell’Unione Europea e coordinato dal Crisp (Centro di ricerca interdipartimentale dell’Università di Napoli Federico II), che vede la partecipazione di partner quali Enti di ricerca, Università ed Amministrazioni in Italia (Cnr, Ispra, Università Statale di Milano, Regione Campania) e all’estero (Austria, Ungheria, Spagna, Germania, Slovenia, Belgio, Francia, Libano e Malesia).

L’obiettivo è estendere la Campagna

La campagna “Act for Land” parte dall’Italia, dall’Austria e dall’Ungheria ma l’obiettivo è di allargarla ad altri Paesi europei. I cittadini che hanno aderito all’appello sono centinaia e hanno contattato le autorità competenti sul territorio, come sindaci e amministratori locali, per motivarli ad utilizzare l’innovativa piattaforma messa a disposizione dalla ricerca comunitaria.

Chiunque può unirsi al movimento dei “Custodi del suolo” andando sul sito della Campagna. Il progetto è stato inoltre selezionato dall’Unione Europea come “storia di successo tra i progetti Horizon 2020″.

Leggi anche: La preservazione del suolo attraverso il progetto Soil4Life

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.