Christmas 1869902 1280 1024x682
Foto di Pexels da Pixabay

La tutela del pianeta è un tema ormai al centro dell’agenda politica mondiale e delle preferenze di acquisto dei consumatori. Si tratta di una questione che non deve passare in secondo piano neanche durante le feste. Tante sono le opzioni che i consumatori hanno a disposizione per rendere queste festività a basso impatto ambientale. Tra queste c’è sicuramente la scelta di regali green. Qui di seguito vediamo alcuni consigli.

Regali green: dona un albero

Tra le idee regalo all’insegna della sostenibilità c’è sicuramente quella di donare un albero. A proporlo è Forestami, la grande campagna di forestazione del comune di Milano e della città metropolitana di Milano. Un’iniziativa che ha l’obiettivo finale di piantare 3 milioni di alberi entro il 2030 sul territorio. Nello specifico si offre la possibilità di donare, sul sito Forestami.org, un albero alla città metropolitana di Milano per conto di coloro a cui si desidera fare un regalo di Natale speciale. “Nella sezione “Dona” del sito forestami.org – spiega una nota – è possibile donare uno più alberi, a nome proprio o per conto delle persone a cui si desidera fare il proprio regalo di Natale. Aderendo a diverse opzioni che vanno da 30 euro per un albero a 250 euro per 10 alberi o un libero contributo all’iniziativa. Il valore della donazione include oltre al costo degli alberi la progettazione, la manutenzione per 5 anni e i costi di gestione del progetto”.

Un albero su Treedom tra i regali di Natale

Altra piattaforma su cui è possibile regalare un albero è Treedom, nata a Firenze nel 2010 con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica su tematiche legate alla sostenibilità ambientale. Tante sono le offerte disponibili sul sito per il Natale 2020. Il sito permette di scegliere il destinatario online, ma anche la modalità di “consegna”: con mail, messaggio, o con un biglietto da stampare.

Regalare un albero nelle aree montuose coinvolte dalla tempesta Vaia

Sempre in tema di alberi, bastano 20€ per regalarne uno che verrà poi piantato nelle aree montuose coinvolte dalla disastrosa tempesta Vaia, avvenuta a fine ottobre 2018. Questo contributo, è legato al progetto Ancora natura. Un’iniziativa volta a ricreare foreste che saranno poi gestite in maniera sostenibile (con certificazione di gestione forestale sostenibile Pefc). E che potranno tornare a donare servizi ecosistemici al territorio locale e al clima globale. Donazione su https://www.ancoranatura.it/

I consigli di Marevivo per regali zero-waste

Marevivo ha invece stilato una lista di consigli pratici per fare regali green e zerowaste.

  1. Incarta i regali con carta riciclata
  2. Non usare scotch di plastica (Marevivo ha inoltre realizzato un tutorial per evitare totalmente l’uso dello scotch).
  3. Usa il tessuto al posto della carta. “Puoi usare una t-shirt, una camicia, un canovaccio o qualsiasi altro tessuto che non utilizzi più”, spiega l’associazione in nota. “Potresti incartare il tuo regalo come una caramella oppure, con un po’ di abilità in più, utilizzare il metodo “furoshiki” che, in Giappone, è l’arte di avvolgere un telo di stoffa per realizzare pacchetti regalo.
  4. Decora i tuoi pacchi regalo e la tua casa con oggetti naturali
  5. Regala prodotti alimentari locali e biologici  o piante.

Qualche numero

Secondo alcune stime – spiega l’associazione in una nota – a Natale solo in Gran Bretagna vengono consumati 1,5 miliardi di biglietti di auguri e 83 chilometri quadrati di carta da regalo. Questo spreco di carta, che per lo più finisce in discarica, equivale a 5-12 milioni di litri di biocarburante. Abbastanza per far arrivare un autobus fino alla luna per 20 volte”.

Box di frutta e verdura antispreco

Un’altra opzione per fare un dono green è quella offerta da Babaco market, il delivery di frutta e verdura anti spreco in Italia. L’azienda consegna quei prodotti che, con piccoli difetti estetici verrebbero altrimenti destinati allo spreco. E per Natale offre l’opportunità di fare un dono regalando questi alimenti antispreco. Inoltre, per il mese di dicembre, Babaco ha scelto anche di devolvere per ogni ordine effettuato dal sito, 1kg di frutta e verdura al Refettorio ambrosiano.

Film in streaming sulla montagna

Per gli amanti della montagna, invece, il Cai e il Trento film festival hanno realizzato l’iniziativa “Natale in quota”. Si tratta di una piattaforma di streaming con 15 film tra i più amati dalle edizioni recenti del festival e scelti fra le produzioni sostenute dal Cai, disponibili online dal 15 dicembre al 15 gennaio. Dal 10 dicembre – si legge in una nota – sarà possibile acquistare il pass sul sito www.nataleinquota.it, al costo di 20 euro (13 per i soci del Cai, richiedendo il codice sconto dal sito www.nataleinquota.it/cai), ma anche regalarlo alle persone care come pensiero speciale, per trascorrere le feste con i piedi responsabilmente a casa, ma con la mente e il cuore a camminare e sognare in alta quota”.

Giocattoli in legno

Per i bambini un’idea all’insegna dell’ambiente potrebbe essere un giocattolo in legno e carta certificata Pefc. Ai più piccoli si possono ad esempio regalare  i giocattoli di legno Haba. Che dal 2010 hanno il marchio Pefc, per certificare l’uso di legno di faggio e betulla proveniente dalla gestione sostenibile delle foreste che si trovano in un raggio di 150 km dalla sede aziendale di Bad Rodach (Baviera).

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.