Manager E1511529819787Questa settimana ci sono state una serie di nomine ai vertici di associazioni e aziende che operano in comparti legati a vario titolo all’ambito ambientale ed energetico.

Avr: il nuovo presidente è Sandro Bonomi, il vice è Andrea Villa

In primo luogo partiamo da Avr, l’Associazione federata Anima Confindustria che rappresenta a livello nazionale i costruttori di valvole, rubinetteria, attuatori, raccorderia e tubi flessibili. Sandro Bonomi è il nuovo presidente per il prossimo biennio.

Chi è il neopresidente Bonomi

Sposato e con tre figli, Sandro Bonomi è nato a Brescia il 10 luglio 1963. È attualmente presidente e direttore commerciale e finanziario della Bonomi industries srl e delle altre aziende del gruppo.

“L’obiettivo principale è rafforzare ulteriormente Avr”

L’obiettivo principale – spiega in nota il nuovo presidente – è quello di rafforzare ulteriormente Avr. Moltiplicando le azioni di proselitismo”. Inoltre, Bonomi punterà a “offrire stimoli di crescita personale e professionale al management delle aziende associate. Ma anche a portare all’attenzione degli associati temi di grande impatto per il futuro delle aziende, quali la governance e il passaggio generazionale”.

Istituire un libro bianco dei settori rappresentati da Avr

“Sarà necessario fornire spunti di riflessione istituendo il libro bianco dei settori rappresentati da Avr”, ha aggiunto Bonomi. Ma anche “porre rinnovata attenzione all’internazionalizzazione e ai rapporti con le associazioni di settore nel mondo. E infine  aprire un dialogo diretto con gli associati”. Il tutto per “raccogliere il loro sentiment e informazioni su come l’associazione può meglio contribuire al loro successo”.

Nuovo consiglio direttivo per Avr

Avr ha eletto inoltre il nuovo consiglio direttivo, che accompagnerà il presidente in carica fino al 2022.

  • Vice Presidente Raccordi: Ermanno Tanghetti (Effebì);
  • Vice Presidente Cromato: Maurizio Bellosta (Bellosta rubinetterie);
  • Vice Presidente Industriali: Andrea Villa (Auma);
  • Vice Presidente Bronzo/Ottone: Renato Brocchetta (Rubinetterie bresciane Bonomi);

Villa: “Lieto di poter contribuire in prima persona a rafforzare il ruolo di Avr

Ringrazio tutti gli associati della fiducia accordatami. Sono lieto di poter contribuire in prima persona a rafforzare il ruolo di Avr quale punto di riferimento per le aziende del comparto industriale, e nei principali tavoli tecnici, normativi ed istituzionali“, sottolinea in nota Andrea Villa, uno dei quattro vicepresidenti.

I componenti del consiglio

Il resto del consiglio direttivo è composto da: Elia Filiberti (Giacomini), Paolo Barcellini (Caleffi), Paolo Beretta (Saint Gobain), Raffaella Bianchi (F.lli Bianchi), Valentina Rizzio (Vir Valvoindustria ing. Rizzio), Alessandro Perego (Ksb).

La nuova commissione marketing

L’associazione ha istituito anche la nuova commissione marketing. Il capogruppo eletto è Luca Pettinaroli della F.lli Pettinaroli. Il resto della commissione è composto da: Paolo Beretta (Saint Gobain), Raffaella Bianchi (F.lli Bianchi), Cristiano Cattaneo (Tis), Valentina Rizzio (Vir), Andrea Villa (Auma italiana), Laura Parigi (Npi Italia), Barbara Mongini (Mrg), Cristina Stefani (Ivar) e Federico Albertoni (V.A. Albertoni srl).

Luca Lavazza nuovo direttore tecnico di Stantec per il settore Energy & hydropower

New entry anche nel team italiano di Stantec. L’ingegnere Luca Lavazza è stato nominato direttore tecnico per il settore Energy & hydropower di Stantec Italia. Il manager ha alle spalle un’esperienza ventennale nel settore della progettazione, revisione e perizie di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili (eolico solare ed idroelettrico), di pompaggio, di trattamento dei fumi di scarico derivanti dalla combustione di biomasse, carbone, rifiuti urbani e speciali.

“Orgoglioso di poter ricoprire un ruolo di elevata responsabilità”

Sono orgoglioso di poter ricoprire un ruolo di elevata responsabilità e certo che questo non sia tanto un punto di arrivo, quanto un punto di partenza – spiega in nota Lavazza – sono certo che continueremo a crescere e a lavorare come una squadra, integrando professionalità e innovazione”.

Doglioni Majer alla guida di Ucimac

In conclusione passiamo a Ucimac. Andrea Doglioni Majer è stato nominato nuovo presidente di questa associazione del comparto di Assofoodtec che rappresenta i costruttori di macchine per caffè espresso professionali e attrezzature per bar all’interno di Anima Confindustria.

Chi è il neopresidente Doglioni Majer

Il manager, ingegnere 53enne di origine milanese, succede a Maurizio Giuli. Resterà in carica fino al 2022. Doglioni Majer ha acquisito esperienza nelle imprese di famiglia attive nella produzione di macchine vending. In circa dieci anni ha gradualmente spostato il focus della sua attività nel settore contiguo delle macchine per caffè, costituendo il gruppo Vea venture, che oggi comprende aziende con sedi in Italia, Cina e negli Usa.  

Covid-19, aziende dovranno “ridisegnare strategie”

La crisi Covid – sottolinea in una nota il nuovo presidente Ucimac – ha accelerato e consolidato il cambiamento delle abitudini di consumo del caffè nel mondo. La ripresa si preannuncia lunga, difficile e le nostre aziende saranno costrette a trasformarsi ridisegnando strategie che fino a ieri sembravano indiscutibili.

“Allargare la sfera di influenza di Ucimac per raccogliere l’interesse di nuovi player”

“La nostra strada – aggiunge Doglioni Majer – sarà quella di allargare la sfera di influenza di Ucimac per raccogliere l’interesse di nuovi player rappresentativi di una porzione maggiore della filiera internazionale. Il tutto al fine di raccogliere gli elementi utili ad adattare le nostre imprese alle mutate condizioni e a promuovere insieme la visione del caffè come bevanda emozionale globale”.

Massimo Zona è il nuovo managing director di Segula Technologies in Italia

Chiudiamo questa panoramica sulle nomine avvenuta questa settimana con Segula Technologies, gruppo ingegneristico globale che  supporta le aziende nel migliorare la propria competitività in diversi settori industriali tra cui quello energetico. L’azienda ha nominato Massimo Zona  managing director della sede italiana. Il manager avrà la responsabilità di incrementare e sviluppare nuove opportunità e progetti sul territorio. Prima del suo ingresso in Segula Technologies, Zona ha lavorato negli ultimi tre anni come Senior Director per la Regione Sud Europa di Tractebel Thermal and Renewable (Gruppo Engie).

“ll mio impegno sarà rivolto a consolidare e accrescere la posizione dell’azienda in Italia”

“Sono molto orgoglioso di entrare a far parte di un gruppo internazionale dalle solide competenze come SegulaTechnologies”, sottolinea in una nota il manager. “ll mio impegno sarà rivolto a consolidare e accrescere la posizione dell’azienda in Italia, operando per ampliare le opportunità di business, supportando la creazione di progetti innovativi anche in mercati ancora poco esplorati”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.