Il numero di progetti legati all’idrogeno è raddoppiato in meno di un anno

In base al report Hydrogen Insights 2022, a livello globale sono stati annunciati 680 progetti su larga scala legati all'idrogeno.

250
  • Rispetto al novembre 2021, sono raddoppiate le proposte legate alla diffusione dell’idrogeno come vettore di energia.
  • È necessario però aumentare gli investimenti, stando all’Hydrogen Council.

idrogeno

Ammontano a 680 i progetti su larga scala legati all’idrogeno annunciati a livello globale, per un totale di 240 miliardi di dollari di investimenti diretti da qui al 2030. Rispetto al novembre del 2021, si tratta di un incremento del 50 per cento. A rivelarlo è il report Hydrogen Insights 2022, redatto dall’Hydrogen Council in collaborazione con la società di consulenza McKinsey.

Tuttavia, solo nel 10 per cento dei casi è stata raggiunta una decisione finale di investimento. Mentre l’Europa è in testa negli investimenti proposti (circa il 30 per cento), la Cina è leggermente in vantaggio per quanto riguarda l’effettiva distribuzione di elettrolizzatori (200 MW). Corea del Sud e Giappone, invece, sono in testa nelle celle a combustibile, garantendo più della metà della capacità produttiva mondiale di 11 GW.

Leggi anche: Il ruolo dell’idrogeno nella transizione energetica

L’idrogeno può aiutarci a raggiungere la carbon neutrality, ma bisogna accelerare

Affinché il mondo raggiunga l’obiettivo della neutralità carbonica entro il 2050, si legge nel report, è necessario investire circa 700 miliardi di dollari nell’idrogeno fino al 2030: per il momento siamo fermi al 3 per cento di questo capitale. Sia i governi che l’industria devono agire tempestivamente: i responsabili politici sono chiamati ad accrescere il sostegno finanziario e garantire il coordinamento internazionale; le industrie devono aumentare la capacità della catena di approvvigionamento e sviluppare infrastrutture per il commercio transfrontaliero.

“Con le crescenti preoccupazioni sulla sicurezza energetica, è chiaro che le nostre economie hanno bisogno di idrogeno. Ma la distribuzione sul campo non si sta muovendo abbastanza velocemente e deve essere accelerata per ottenere i vantaggi desiderati. Questo rapporto propone una serie di azioni prioritarie sia per i responsabili politici che per l’industria per superare le sfide e accelerare la diffusione dell’idrogeno su larga scala”, ha dichiarato Yoshinori Kanehana, co-presidente dell’Hydrogen Council.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.