terra

La tutela della biodiversità amplifica e accelera il cambiamento positivo e trasformativo della società per ripristinare e proteggere l’ambiente. In un presente che ha bisogno di incoraggiare ancora di più le azioni individuali per l’adattamento alla crisi climatica, la 52a Giornata mondiale della Terra – Earth Day 2022, che si celebra oggi 22 aprile, rappresenta un’opportunità per apprezzare con occhio nuovi la nostra meravigliosa natura.

Ogni specie contribuisce all’ecosistema in cui prospera. La pandemia è un chiaro promemoria della vulnerabilità degli esseri umani e del Pianeta stesso di fronte a minacce su scala globale. I danni incontrollati al nostro ambiente devono quindi essere affrontati con nuove e più decise sfide.

Sono tante le iniziative che anche in Italia celebrano l’appuntamento per mostrare e dimostrare il sostegno a Madre Terra.

Earth Day: natura e turismo sostenibile

Adotta un albero è il progetto lanciato dalla start up e società di benefit Alberea, fondata da un gruppo di sei giovani professionisti del sud Italia: piantare 15 milioni di alberi entro il 2030. L’iniziativa permette di adottare un albero seguendone lo sviluppo attraverso Gps e canali di informazione mirati a raccontare le varie fasi di vita dell’esemplare, attraverso puntuali bollettini corredati da immagini e rendendo sempre partecipe chi vorrà contribuire al progetto di riforestazione del Mediterraneo.

Babbel, azienda per l’apprendimento delle lingue, e PiratinViaggio, la piattaforma italiana che si occupa di offerte di viaggio, accompagnano gli utenti alla scoperta dei nuovi trend volti a favorire una riconnessione con la natura. Dal treetop walking al bio mountain retreat fino al Wwoofing: sono tante e diverse le attività sostenibili capaci di rispondere alla voglia di esperienze green e sostenibili degli italiani.

Secondi i dati divulgati da Babbel, gli italiani sono attratti dai viaggi a contatto con la natura: da un recente sondaggio che ha coinvolto 6.000 utenti della piattaforma emerge infatti come per il 39% l’alloggio ideale debba essere immerso nel verde, una preferenza per agriturismi, campeggi, sistemazioni ecosostenibili o soggiorni originali tra cui case sull’albero e glamping. La maggior inclinazione dei più giovani verso soluzioni di viaggio green è confermata dal fatto che la Generazione Z risulta la fascia d’età maggiormente interessata alle proposte legate al turismo sostenibile, scelte con il 17% delle preferenze.

Leggi anche Mobilità sostenibile: tutte le potenzialità del cicloturismo

Giornata della Terra e stili di vita sostenibili

Secondo una ricerca del servizio kit di ricette a domicilio HelloFresh, nel 2022 il 33% degli italiani sarà più attento verso il Pianeta con scelte mirate di consumo e il 52% ha già cambiato il proprio approccio in cucina per ridurre lo spreco alimentare.

Emerge che la quantità eccessiva di alimenti cucinati (34%), gli acquisti non calibrati da un piano alimentare preciso (28%) e la scelta di ingredienti sbagliati (16%) sono i maggiori comportamenti che portano gli italiani a sprecare il cibo. Rispetto a dieci anni fa, più di 1 italiano su 10 si impegna maggiormente a compiere acquisti razionali per la propria tavola, e quasi il 40% ha implementato pratiche sostenibili nella ricerca degli ingredienti. Un trend in aumento nel 2022: il 47% degli intervistati si ripromette, già da quest’anno, di comprare sempre più alimenti di provenienza locale, dimostrandosi propensi a spendere una somma maggiore per assicurarsi ingredienti a filiera corta (34%) e di stagione (28%).

Dalla ricerca emerge infine la sensibilità verso la salvaguardia dell’ambiente. A confermarlo è l’89% degli intervistati, per cui è importante che vengano adottate pratiche di sostenibilità in ciascuna delle fasi della filiera alimentare, dalla produzione e raccolta delle materie prime, all’arrivo del prodotto nelle cucine, fino allo smaltimento dei rifiuti generati.

E ancora, i dati divulgati dalla scuola online di inglese Novakid mostrano come la totalità dei bambini italiani ha le basi necessarie per seguire correttamente la raccolta differenziata dei rifiuti. Il 47% delle famiglie dichiara di impegnarsi molto nell’acquisto di prodotti locali o a km 0, mentre in altri Paesi questa percentuale scende sotto il 15%.

Leggi anche 60% dei giovani è contro lo spreco di cibo e 80% delle famiglie è sensibile

Stop rifiuti e più riciclo per la salute della Terra

Norauto, il gruppo che opera nella manutenzione e nell’installazione di accessori e ricambi per auto, fa sapere che nel 2021 ha riciclato più di 3.500 tonnellate di prodotti, soprattutto pneumatici, batterie, oli e rottami con il conseguente risparmio di 2.400 tonnellate di CO2.

L’impegno del brand è quello di attivare un processo virtuoso di economia circolare: dal 2010 ha riciclato 2.500.000 litri di olio oltre a 45.000 tonnellate di batterie (trasformandole in palline di plastica e lingotti di piombo), e ogni anno smaltisce 2 milioni di tonnellate di pneumatici, oltre a rifiuti speciali, filtri per l’olio, batterie al piombo e oli esausti.

Infine, per celebrare la 52esima Giornata mondiale della Terra, Earth Day Italia organizza la terza edizione della maratona multimediale #OnePeopleOnePlanet, con un palinsesto in diretta di 12 ore, dalle 8 alle 20, fruibile sulla piattaforma Rai Play. L’iniziativa è fruibile da tutte le scuole dell’infanzia, primarie, secondarie di primo e di secondo grado.

Leggi anche Una Global Mobility Call per unire gli attori dell’automotive sostenibile

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.