Premio Impresa AmbienteTorna la IX edizione del premio “Impresa ambiente“, il più alto riconoscimento italiano per le imprese private e pubbliche che si contraddistinguono per il loro impegno nello sviluppo sostenibile e responsabilità sociale, oltre che rispetto per l’ambiente. 

Possono candidarsi dal 1° luglio fino al 20 settembre 2021 sul sito del premio, tutte quelle aziende ed enti pubblici e privati che attraverso i propri progetti o prodotti abbiano apportato un contributo nel migliorare l’impatto sociale, economico e ambientale in Italia. 

Il premio Impresa Ambiente costituisce anche il lascia passare per il prestigioso “European business awards for the environment” (Ebae) edizione 2022-2023, promosso dalla Commissione europea.

Il premio è promosso dalla Camera di commercio di Venezia Rovigo, con la collaborazione di Unioncamere e il patrocinio del ministero della Transizione ecologica.

Nato nel 2006, finora è stato assegnato a 37 imprese tra cui 6 giovani imprenditori e dirigenti d’azienda. L’ultima edizione del premio è stata vinta da: Caviro, Ecoplasteam, Edileco, Enel e Waste to Methane. 

I premi in palio nella IX edizione

Quest’anno si aggiunge la quinta categoria per il “Miglior contributo imprenditoriale alla biodiversità”, pensato per tutte quelle aziende che abbiano sviluppato un modello o una collaborazione con un Paese in via di sviluppo, che allo stesso tempo abbia contribuito alla riduzione della perdita di biodiversità.

Le altre quattro categorie sono: Miglior gestione, Miglior prodotto, Miglior processo/tecnologia, Migliore cooperazione internazionale.

Il premio speciale “Giovane imprenditore” è riservato a imprenditori under 40 che si siano distinti per innovazione ed attività di ricerca nell’ambito dello sviluppo ecosostenibile. A questo, si aggiunge il premio speciale “Start-up innovativa per progetti innovativi e di ricerca dedicati a quest’ultimo. 

Solo per la categoriaMigliore cooperazione internazionale”, possono concorrere anche soggetti pubblici e Ong, ma almeno uno dei due soggetti che partecipa alla partnership deve essere un’impresa italiana che operi in un paese in via di sviluppo. 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.