Nico Rosberg, Formula 1 World Champion and Formula E investor, drives the Formula E track car.

È partita il 15 dicembre la 5° stagione del campionato di Formula E, la competizione delle monoposto elettriche promossa dalla FIA-Federazione internazionale automobilistica. All’ePrix di Dirʿiyya di sabato in Arabia Saudita medaglia d’oro per il pilota portoghese António Félix da Costa del team BMW Andretti Motorsport, squadra vincitrice di questa prima competizione. Al secondo posto Jean-Éric Vergne, titolare del Team Techeetah, seguito da Jérôme d’Ambrosio alla guida della sua Mahindra.

19ma posizione per l’italiano Edoardo Mortara della Venturi che è andato a muro all’inizio della competizione, causando un regime di full course yellow, ed è rientrato in gara dopo aver riparato la vettura.

Fonte immagine sito ufficiale Formula E

Esordio per i veicoli di nuova generazione, di cui abbiamo anticipato le novità su Canale Energia, in grado di completare la gara grazie a un sistema di stoccaggio dell’energia con maggiore capacità e potenza rispetto alle versioni precedenti.

Secondo quanto risulta per i test effettuati a fine gara, diverse penalità sarebbero state assegnate per un errore del software che non avrebbe permesso ai team in gara di controllare nel modo corretto il picco di energia erogabile dalla batteria.

Evento straordinario la discesa in campo di dieci donne che hanno avuto del tempo extra per mettersi alla prova nel test domenicale.

Fonte immagine www.sportmediaset.mediaset.it

Delusione per l’esordio dell’ex pilota di Formula 1 Felipe Massa che ha ottenuto la 14ma posizione dopo la penalizzazione del drive through mentre guidava all’8vo posto. Sfavorito anche dall’uso errato del FanBoost: il brasiliano ha adoperato un’energia extra di 150 KJ prima del 22mo minuto di gara, ovvero nella prima metà della competizione, non rispettando quanto stabilito dal regolamento della FIA.

La prossima gara si disputerà il 12 gennaio 2019 a Marrakech, in Marocco. Il campionato si chiuderà il 14 luglio a Brooklin.

 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.