Apigoo, meno CO2 nel trasporto su gomma

97

Trovare il passaggio più conveniente e sicuro per la merce che si vuole inviare riuscendo, al contempo, a organizzare viaggi a pieno carico in modo da ridurre l’immissione di CO2 in atmosfera. Sono i vantaggi promessi da Apigoo, la piattaforma online che assomiglia a un “pooling” per le merci dove, al posto dei privati, sono le aziende a negoziare. L’intervista al fondatore Stefano Sgarbossa, già titolare della TM marchiori trasporti e logistica.

Come funziona la piattaforma?

Apigoo è una piattaforma online che mette in contatto in tempo reale la domanda delle imprese e l’offerta degli autotrasportatori. Chi deve effettuare una consegna compila un form online indicando anche la tipologia di merce. A questo punto l’autotrasportatore può fare un’offerta in tempo reale rendendola visibile alla controparte, che decide se accettare o meno. E lo fa non solo in base al costo, ma anche ai feedback rilasciati da altri e all’attività dell’autotrasportatore sul sito.

Perché nasce?

Questa piattaforma è nata in risposta all’evoluzione del comparto dei trasporti per consentire anche ai piccoli e medi trasportatori di essere veloci e competitivi. Il settore è molto cambiato negli ultimi anni: le industrie oggi non possono più permettersi di depositare a lungo le merci in magazzino e il 70-80% dei trasportatori ha problemi nell’organizzare il trasporto perché i clienti richiedono velocità e competitività. Così sono nate delle banche dati dove l’autotrasportatore che non può soddisfare la richiesta di un cliente trova chi ha la possibilità di farlo al suo posto. In questo modo c’è la possibilità di subappaltare il lavoro (a un prezzo inferiore rispetto alla cifra commissionata). Sorgono, però, delle problematiche: il lavoro passa di mano in mano “no volte” e possono sorgere inconvenienti a livello assicurativo.

Quali sono i criteri per entrare a far parte del team di Apigoo?

Siamo noi a selezionare le aziende, che hanno solo Partita Iva, e gli autotrasportatori, società certificate. L’iscrizione alla piattaforma non è prevista per i privati: non riusciremmo a garantire l’affidabilità nel servizio.

Quali sono i vantaggi per le imprese che inviano la merce?

Le aziende possono velocizzare il trasporto e la consegna della merce e confrontare le offerte con facilità.

E per i trasportatori?

Loro riescono a viaggiare a pieno carico in modo da ottimizzare le direttrici: il trasportatore avanza una proposta solo quando è certo di avere il mezzo per la consegna.

Riuscite anche a verificare che i prodotti trasportati siano quelli dichiarati al momento della compilazione del form?

No, questo non è possibile.

I mezzi dei trasportatori sono alimentati con carburanti tradizionali o alternativi?

Il parco veicolare è alimentato a benzina e gasolio.

Quanti viaggi avete registrato finora?

La piattaforma è online da 3 mesi e sono circa 30 i viaggi conclusi ad oggi. Dopo il primo mese di prova gratuito, si può scegliere l’opzione più adatta alle proprie esigenze e alla frequenza di utilizzo, tra i pacchetti crediti o gli abbonamenti

Print Friendly, PDF & Email
CONDIVIDI
Ivonne Carpinelli

Giornalista con la passione per l’ambiente e l’energia lavoro con Gruppo Italia Energia dal 2014. Mi occupo di mobilità dolce e alternativa, nuove costruzioni, economia circolare, arte e moda sostenibile. Esperta nella gestione dei social network e nel montaggio video non esco mai senza penna, taccuino e… smartphone.