trasporto pubblico locale

Il rinnovo del parco autobus circolante, utilizzato per il Trasporto pubblico locale (Tpl) procede spedito verso mezzi più moderni e meno inquinanti, coerentemente a quanto perseguito dal Mims – Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili.

A partire da giugno 2022, grazie all’uscita dalla circolazione dei mezzi diesel di classe Euro 1 (come previsto dalla legge 9 novembre 2021, n.156), la quota di mezzi Euro 5 ed Euro 6 sul totale di quelli diesel è salita al 61,5%, era il 55,9% a luglio 2021.

Inoltre, saranno messi fuori servizio i mezzi Euro 2 entro la fine di quest’anno e gli Euro 3 entro il 1° gennaio 2024.

Tra luglio 2021 e settembre 2022, è cresciuto del 53% il numero di mezzi a zero emissioni completamente elettrici, passati da 406 a 621 unità, con un aumento di 94 unità nell’ultimo trimestre. 

I mezzi a basse emissioni ibridi sono aumentati del 41%, passando da 466 a 659 unità nel periodo luglio 2021-settembre 2022, con una crescita di 40 unità nell’ultimo trimestre.

La mappa territoriale

Sono Lombardia e Piemonte ad essere in cima alla classifica rispettivamente con 196 e 109 autobus elettrici circolanti a settembre 2022. 

In Valle d’Aosta, Friuli-Venezia-Giulia, Umbria e Lazio è molto elevata, oltre il 49%, la quota di autobus Euro 6, mentre i mezzi più inquinanti Euro 2-3 rappresentano più del 50% di quelli in circolazione in Molise e Basilicata, e tra il 40% e il 50% di quelli circolanti in Veneto, Calabria, Abruzzo, Sicilia, Umbria e Toscana.

Al 30 settembre 2022, l’età media dei veicoli assicurati era di 10,3 anni, rispetto al valore di 10,6 anni registrato a luglio 2021. 

Tra luglio 2021 e settembre 2022, il Lazio, l’Emilia-Romagna, il Veneto e la Basilicata hanno ridotto in modo significativo l’età media del proprio parco rotabile, mentre Molise e Sicilia l’hanno vista aumentare.

A partire da gennaio 2022, sono stati ordinati o preordinati 1.466 mezzi, di cui 411 attraverso l’Accordo quadro Autobus extraurbani, 617 attraverso l’Accordo quadro autobus urbani e 438 attraverso l’Accordo quadro autobus a metano, che andranno a sostituire quelli più inquinanti.

Il prossimo 27 ottobre, sulla piattaforma Consip sarà pubblicata la gara per la fornitura di mille autobus elettrici con tecnologia di ricarica plug-in e pantografo, che permetterà agli enti territoriali di acquisire i veicoli usufruendo delle risorse previste dal Pnrr.

I dati riportati non tengono conto degli effetti positivi sul ricambio del parco mezzi che deriveranno dagli ordini degli ultimi mesi e da quelli delle risorse allocate dal Mims agli enti territoriali a valere sul Pnrr, sul Piano nazionale complementare (Pnc) e sul bilancio ordinario del Ministero, per un totale di oltre 3,5 miliardi di euro nel biennio 2021-2022.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.