gomma

Sumitomo Rubber Industries, multinazionale giapponese produttrice di pneumatici e società madre di Falken Tyres Europe, ha annunciato la nuova ricerca che si basa sugli enzimi del pomodoro per produrre gomma naturale e, quindi, pneumatici che uniscono sicurezza e durata a un basso impatto ambientale.

Il progetto apre le porte alla bioingegneria. Si tratta di procedimenti che consistono nel modificare gli enzimi del pomodoro per produrre gomma naturale, avanzando nel solco delle tecnologie sostenibili.

Gomma naturale dagli enzimi del pomodoro

I ricercatori hanno identificato parte di una sintasi di materiale naturale che svolge un ruolo importante nella gestione della catena polimerica. Le sintasi sono enzimi attivi responsabili, tra l’altro, della produzione di un composto da elementi o sostanze complicate formate da altri composti di struttura semplice.

È proprio qui che entrano in gioco i fermenti del pomodoro: entrambi gli enzimi (quelli della gomma naturale e quelli del pomodoro) hanno strutture simili e appartengono allo stesso gruppo enzimatico. Con questa conoscenza, i ricercatori sono stati in grado di identificare un segmento delle catene polimeriche che influenza l’intera lunghezza della catena.

Leggi anche EcoFunco: dagli scarti alimentari imballaggi sostenibili e compostabili

Tecnologia sostenibile per la produzione di pneumatici

Tale ricombinazione dell’enzima del pomodoro con lo stesso segmento di gomma naturale si traduce in una biomolecola con proprietà superiori a quelle della gomma naturale.

Come annunciato dalla multinazionale, queste proprietà saranno sfruttare per ottimizzare ulteriormente gli pneumatici.

Leggi anche Sostenibilità: la gomma riciclata dei Pfu diventa moda

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.