Cmcc

Inaugurata a Lecce la nuova sede della fondazione Cmcc – Centro euro-mediterraneo sui cambiamenti climatici che ospita il nuovo Centro di supercalcolo e spazi destinati ad eventi e attività di divulgazione con l’obiettivo di allargare l’impatto della scienza sulla società.

Avamposto mondiale di ricerca a Lecce

La nuova sede, che solo a Lecce ospita un team internazionale di circa 90 persone tra ricercatori, personale amministrativo e di comunicazione, completa il network di sedi distribuite su tutto il territorio italiano (Bologna, Caserta, Milano, Roma, Sassari, Venezia e Viterbo) che connette università e istituti di ricerca in una collaborazione interdisciplinare mirata a sviluppare e promuovere la conoscenza nel campo delle scienze del clima.

3.300 mq di spazio a disposizione della task force multidisciplinare di scienziati che coinvolge esperti di oceanografia e modellistica del mare, dall’oceano globale alla scala regionale (mar Mediterraneo, mar Nero) e costiera, esperti di calcolo avanzato, data science, machine learning e intelligenza artificiale, oltre ad esperti sugli impatti dei cambiamenti climatici sugli ecosistemi terrestri e sul settore agro-forestale.

Leggi anche Le foreste forza stabilizzante del clima: “Policy sui crediti ecosistemici”

Cmcc: le attività di ricerca

Le attività di ricerca della task force spaziano dalla scala globale a progetti focalizzati sulla regione Puglia, concentrati sulla definizione di strategie e soluzioni per il territorio regionale: “È da questo capitale umano che nascono e si sviluppano, in collaborazione con oltre un centinaio di persone afferenti alle altre sedi della fondazione Cmcc e con decine di altri centri a livello nazionale e internazionale, studi sull’interazione tra il clima, l’ambiente, l’economia e la società, ricerche a supporto della costruzione di politiche per progettare un futuro che da subito sappia trovare le risposte adeguate alle sfide dei cambiamenti climatici”, si legge nella nota stampa.

Il Centro di supercalcolo del Cmcc a Lecce, attivo dal 2008, è la più grande struttura di calcolo in Italia, e tra le più avanzate in Europa, dedicata esclusivamente alla ricerca sui cambiamenti climatici e alle loro interazioni con la società e i sistemi economici. Un’infrastruttura tecnologica che consente di realizzare e sviluppare scenari e modelli sul futuro del clima, potenziata sia per quanto riguarda la struttura di calcolo che dei sistemi di archiviazione dei dati.

Leggi anche Cambiamento climatico, Cmcc: “Aumentano grandi incendi forestali”

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.