auto elettrica
Fonte: Centrica Business Solutions

Il 77% delle aziende a livello globale sta scegliendo opzioni di mobilità elettrica. In Italia il 46% delle aziende ha già adottato in tutta l’azienda o in parte di essa l’infrastruttura e il software di ricarica dei mezzi elettrici. Nel corso dei prossimi due anni si aggiungerà il 43% delle imprese.

Aziende e mobilità elettrica

A rivelarlo una recente ricerca condotta da Centrica Business Solutions, azienda attiva nel settore energetico, che ha recentemente annunciato la disponibilità, anche in Italia, delle soluzioni business per la ricarica dei veicoli elettrici. “È necessario che il settore del trasporto cambi rapidamente per rispettare gli impegni nazionali sul clima e man mano che la necessità di una mobilità sostenibile si fa sempre più diffusa, per contribuire a ridurre anche le emissioni Scope 3, i governi accelerano le normative sui trasporti, dando una sempre maggiore priorità ai veicoli elettrici”. Così in una nota stampa il managing director Christian Stella.

L’azienda, attiva su scala globale nel settore energetico, ha da poco annunciato la disponibilità in Italia delle soluzioni business per la ricarica dei veicoli elettrici. “Le aziende, dunque, devono agire ora per prepararsi ai futuri cambiamenti delle normative e ai diversi modelli di comportamento che occorreranno sia tra i consumatori che nel business”, aggiunge Stella, “Cresce la necessità di avere facile accesso alle stazioni di ricarica nei luoghi di lavoro, nei centri commerciali e nei parcheggi: nei prossimi dieci anni, le aziende dovranno rapidamente adattarsi a queste nuove esigenze”.

Acquisti consapevoli

La scelta delle imprese riflette l’attenzione dei consumatori verso la sostenibilità ambientale al momento dell’acquisto. Fino al 75% valuta l’impatto ambientale quanto compra un nuovo veicolo (fonti Unrae e AutoScout24). Le emissioni dei veicoli che guidiamo rappresentano le Scope 3 dovute all’attività indiretta dell’azienda e, pertanto, ritenute le più complesse da ridurre. Il trasporto su strada incide, infatti, per il 25% delle emissioni di gas serra complessive a livello europeo (Dati UE). Nel 2020 il livello medio di emissioni delle vetture immatricolate nell’anno è infatti risultato di 3,4 g/Km inferiore al target indicato dall’UE.

Vantaggi dell’elettrificazione dei trasporti

La progressiva elettrificazione dei trasporti consente alle del retail e del tempo libero di sfruttare i propri siti per la ricarica per incoraggiare i clienti a trascorrere più tempo nei negozi, con conseguente aumento delle spese. Inoltre, può sbloccare l’integrazione dell’infrastruttura con soluzioni di energia distribuita e rinnovabili, rimarca Centrica Business Solutions in nota.

“Nel 2019, solo il 5% delle aziende considerava l’energia come un’opportunità per generare nuove entrate e un vantaggio competitivo. Questo valore oggi è salito al 23%”, rimarca Stella. “Sempre più aziende avviano un processo di decarbonizzazione attraverso una corretta gestione dell’energia, abbracciano nuove tecnologie come i sistemi energetici decentralizzati (70%) e la generazione, l’uso e la gestione flessibile dell’energia attraverso strumenti come i mercati locali dell’energia, i mercati di demand response e/o le centrali elettriche virtuali (60%)”.

Leggi anche Auto elettrica la più conveniente, l’indagine di Altroconsumo

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.