illuminazione

Life-Diademe è il progetto italiano per l’illuminazione municipale smart risultato vincitore nella categoria Innovazione degli Eusew Awards, i prestigiosi premi istituiti dall’UE per i migliori progetti di energia sostenibile. I riconoscimenti, assegnati il 25 ottobre, hanno ufficialmente celebrato l’inizio alla sedicesima Settimana europea dell’energia sostenibile dedicata quest’anno al tema “Verso il 2030: rimodellare il sistema energetico europeo”.

Stazioni di illuminazione intelligente a Roma

Il progetto è frutto di approfondite ricerche per l’implementazione di un nuovo sistema di regolazione intelligente ed eco-sostenibile dell’illuminazione pubblica. Con la progressiva messa in opera di oltre 110 punti luce, la rete di device è già attiva a Roma nei quartieri Eur e Pietralata. Alla best practice Life-Diademe, la Commissione europea ha riconosciuto il merito di aver ridotto le emissioni e migliorato la sicurezza dei pedoni con un innovativo schema di gestione dell’irraggiamento luminoso.

I device installati nella Capitale operano la raccolta dei dati su luminanza, flusso del traffico, qualità dell’aria, livello di rumore, temperatura e pressione, fornendo una luce adattiva alle strade coinvolte nel progetto. L’obiettivo è quello di parametrare un corretto livello di illuminazione municipale in termini di efficienza energetica.

Leggi anche Illuminazione pubblica: un gap per le soluzioni smart

Gli obiettivi

Il progetto italiano si prefigge di acquisire entro il 2022:

  • la riduzione del 30% dei consumi e della spesa pubblica per illuminazione stradale e relative emissioni di CO2 rispetto alle attuali soluzioni pre-programmate;
  • la riduzione dell’inquinamento luminoso del 30%;
  • il risparmio in energia di 159 GWh/anno e a 55.850 tep/anno di CO2 in meno;
  • il contenimento dei costi di manutenzione per l’illuminazione del 10% su base 20 anni;
  • la riduzione Raee di 93 t/anno minime e 4,180 t/anno per adozione a livello globale UE.
Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.