Con il Pnrr saranno destinate ingenti risorse anche ai progetti infrastrutturali, che dovranno essere sempre più sostenibili.

Green 2564851  480 1 300x225

Come affermato dallo stesso ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani, il Pnrr destinerà 80 miliardi di euro nell’arco di 5 anni ai progetti verdi, per accelerare il processo di decarbonizzazione economica e di transizione energetica. All’interno di questi, un ruolo fondamentale sarà svolto dalle infrastrutture sostenibili, che dovranno avere carattere di utilità ed impatto ambientale positivo nelle località e comunità in cui verrà inserito.

A questo proposito, ogni parte interessata con il suo apporto e analisi circostanziata, può e deve apportare il suo contributo, come ha fatto l’Ais (Associazione infrastrutture sostenibili), che nella persona del suo presidente Lorenzo Orsenigoha annunciato la pubblicazione del position paper “La sostenibilità delle infrastrutture fattore determinante della Next Generation EU”. Questo è stato inviato al presidente del Consiglio Mario Draghi e al ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, con l’intento di far sentire la propria voce a tutti coloro che saranno chiamati ad occuparsi del Pnrr, in un momento cruciale della sua definizione e soprattutto, date le ingenti risorse messe in campo.

“Come Associazione infrastrutture sostenibili“, afferma in nota stampa il presidente, riteniamo essenziale richiamare l’attenzione del Governo, del Parlamento e degli stakeholder sull’importanza di prestare la massima attenzione agli strumenti oggi disponibili per passare da una fase, seppure importante, di consapevolezza della necessità di pianificare, progettare, realizzare e gestire infrastrutture nel segno della sostenibilità a una concreta attuazione”.

Ais da sempre è promotrice della realizzazione di infrastrutture sostenibili che migliorino la qualità della vita dei cittadini e siano rispettose dell’ambiente in cui si inseriscono, contribuendo in questo modo al benessere economico e sociale delle comunità locali.

Le proposte per le infrastrutture sostenibili di Ais

Ecco le sei proposte avanzate dall’Ais per realizzare infrastrutture realmente sostenibili:

  1. Adottare un protocollo per misurare la sostenibilità delle infrastrutture;
  2. Implementare la digitalizzazione nella realizzazione e gestione delle infrastrutture;
  3. Aumentare i livelli di efficienza della PA puntando su digitalizzazione e managerialità;
  4. Puntare sul contratto di innovazione per quanto riguarda gli appalti pubblici;
  5. Incentivare l’utilizzo di prodotti con caratteristiche di sostenibilità;
  6. Dare concretezza all’economia circolare puntando sul riciclo degli aggregati e sul recupero delle terre da scavo.

Il presidente Orsenigo rimarca che: ”affinché ciò avvenga è essenziale dotarsi di strumenti di misurazione e di tecnologie in grado di garantire tempi e costi egualmente sostenibili. Così come può fare la differenza il ricorso a una contrattualistica innovativa e un’attenzione particolare ai prodotti green attraverso sistemi di valutazione oggettiva sul loro impatto lungo il proprio ciclo di vita, dell’intero processo costruttivo e rispetto alla durabilità dell’opera.”

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.