Elettracity, la mobilità verde con le sottoscrizioni pubbliche

Dopo aver raccolto oltre 156.000 euro, la jesina Limcar punta ai 300.000 per il 13 febbraio prossimo

337
Elettracity
Dal sito Limcar Elettracity il prototipo della vettura

Il quadriciclo mosso esclusivamente da energia solare Elettracity, progettato e realizzato dalla Limcar di Jesi (AN), ha suscitato un grande interesse tra gli investitori, superando di gran lunga l’obiettivo iniziale di 40.000 euro, andando oltre 156.000 e alzando l’asticella fino ai 300.000.

Il progetto di Limcar

Arrivare alla somma prevista per il 13 del prossimo mese, permetterebbe il debutto nel mercato del veicolo, con una produzione prevista per i prossimi cinque anni di 472 vetture a fronte di ricavi pari a circa 3 milioni di euro. A questo obiettivo faranno da cornice la diffusione di una rete di ricarica diffusa a livello nazionale e l’attività di manutenzione, assistenza e vendita sia a privati che verso aziende di noleggio e condivisione. In base alla diffusione del prodotto, è previsto anche uno sbarco sui mercati esteri. Veronica Fermanelli, responsabile commerciale di Limcar, esprime la soddisfazione per il successo dell’iniziativa intrapresa con l’entusiasmo della sua giovane età: “Siamo davvero felici di aver ricevuto l’apprezzamento e la fiducia degli investitori. Il processo di omologazione per Elettracity è già in corso e queste risorse ci consentiranno di avviare le fasi di industrializzazione. Ora puntiamo a raggiungere l’ambizioso traguardo dei 300mila euro, per lanciare Elettracity su scala ancora più ampia, sia sul piano della produzione che dello sviluppo commerciale. Tutto ciò ci permetterà di valorizzare il made in Italy e offrire nuove opportunità occupazionali ai nostri giovani”.

Le caratteristiche di Elettracity

Elettracity, progettata e realizzata completamente in Italia, nasce come soluzione semplice ed ecologica per la mobilità urbana. Piccola, maneggevole ed economicamente accessibile, consente di circolare agevolmente nei centri storici e nelle ztl, non teme blocchi del traffico per inquinamento ed è una valida alternativa al mezzo pubblico viste le limitazioni legate alle misure anti-Covid. La sua caratteristica più innovativa è il tettino fotovoltaico integrato, che fornisce un’autonomia supplementare fino al 30% della carica totale. Con una velocità massima di 45 km/h (definita per legge) e un’autonomia che va dai 60 ai 200 km a seconda dell’allestimento, ospita due passeggeri e può essere guidata a partire dai 14 anni. Inoltre è dotata di batterie estraibili, così da poter essere sostituite rapidamente, senza dover sottostare ai tempi di ricarica.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.