Al Giardino di Ninfa passeggiare sarà ancora più sostenibile

Arrivati i mezzi elettrici per la manutenzione del verde del noto giardino in provincia di Latina

219

Una passeggiata in un’oasi romantica e ambientalmente sostenibile. Il Giardino di Ninfa, di Cisterna di Latina, dichiarato Monumento Naturale dalla Regione Lazio nel 2000, con le sue 1300 piante provenienti da ogni angolo del mondo e 100 uccelli censiti, ha fatto un passo in più verso l’aria pulita e l’inquinamento sonoro.

Sono arrivarti i mezzi elettrici per la manutenzione degli 8 ettari di natura curati dalla Fondazione Roffredo Caetani. L’iniziativa è frutto di una collaborazione con il noto brand alimentare italiano del mercato dei surgelati, Findus, anch’esso con sede principale a Cisterna di Latina, dove ad oggi produce oltre l’80% dei volumi dell’azienda.

“Da oltre un secolo – commenta in una nota Tommaso Agnoni, Presidente della Fondazione Roffredo Caetani il Giardino di Ninfa è praticamente autosufficiente perché produce energia elettrica grazie alla presenza di una centrale installata all’inizio del secolo scorso proprio dalla famiglia Caetani. Il concetto di rispetto per l’ambiente è dunque nella storia di questi luoghi ed è stato tramandato grazie alla costituzione della Fondazione Roffredo Caetani che continua a conservarli e a tramandare il messaggio di salvaguardia e tutela del patrimonio naturale, storico e artistico che ci è stato lasciato”.
Passeggiare tra la natura e i resti medievali sarà, oltre che romantico, anche salutare.

L’attività sostenibile di Findus

La nota società di surgelati non è nuova ad azioni a favore della sostenibilità ambientale. Ad oggi l’84% della produzione di prodotti a base di pesce è contrassegnato con il marchio blu di pesca sostenibile.
Per il prossimo anno anche il 90% dei vegetali saranno verificati come provenienti da agricoltura sostenibile secondo i parametri della Sustainable Agriculture Initiative Platform (SAI Platform) a cui l’azienda ha aderito.

Entrare in contatto con il Giardino di Ninfa ci è venuto naturale vista la nostra vicinanza geografica. Questo è solo un piccolo contributo che si inserisce in un percorso molto più ampio che stiamo portando avanti di attenzione alla sostenibilità, anima della nostra filosofia di Gruppo” sottolinea in una nota Renato Roca, Direttore Marketing Findus.

In programma difatti anche una riduzione delle emissioni di CO2 e scelte verso un packaging interamente riciclabile per i tutti i propri prodotti entro i prossimi anni.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
CONDIVIDI
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.