Geotermiaok 1024x1010L’East african rift rappresenta un territorio ad elevato potenziale in termini di produzione di energia geotermica. Tuttavia tale potenziale “è stato in gran parte non realizzato”. A scattare questa fotografia è il nuovo studio Geothermal energy development in eastern Africa dell’Irena, secondo cui è necessario adottare politiche e regimi normativi adeguati per aumentare il flusso di investimenti geotermici nella regione.

East african rift, un sito ad alto potenziale per la produzione geotermica

L’East african rift System (Ears) è una regione tettonicamente attiva che si estende per 6.400 chilometri di lunghezza e attraversa diversi paesi dell’Africa orientale. Le sue caratteristiche geologiche, spiega l’Irena, “lo rendono così ricco di risorse di energia geotermica che, se sfruttato, potrebbe fornire una fonte di energia rinnovabile affidabile, economica e autoctona per aiutare a soddisfare la richiesta di elettricità di diversi paesi della regione”.

Scarsa consapevolezza sul potenziale del East african rift

Il rapporto evidenzia inoltre “la scarsa consapevolezza del potenziale delle risorse geotermiche della regione e dei benefici associati. In particolare sulle applicazioni per uso diretto, come nell’agricoltura e nella trasformazione alimentare”. A ciò si aggiunge il fatto che “gli attuali strumenti di mitigazione del rischio e incentivi non riescono a coprire i progetti di utilizzo diretto”.

Mancanza di forza lavoro nel settore geotermico

Un altro elemento sottolineato dall’Irena è la mancanza di forza lavoro geotermica locale adeguatamente qualificata nella maggior dei territori.

Qualche numero

Attualmente nella regione esistono solo circa 900 MW di capacità elettrica geotermica installata. Le centrali elettriche si trovano in Etiopia e Kenya. Mentre altri Paesi sono in fase di esplorazione superficiale o di perforazione esplorativa.

Le raccomandazioni dell’Irena

Il report dell’Irena individua infine una serie di raccomandazioni per dispiegare il potenziale del settore geotermico in quelle zone:

  • Migliorare le politiche e il quadro normativo attraverso procedure amministrative e di licenza trasparenti e chiare
  • Sviluppare schemi di finanziamento nuovi e innovativi
  • Creare consapevolezza sul potenziale di utilizzo diretto e sui benefici associati tra i decisori, le comunità e le industrie
  • Sviluppare tabelle di marcia per il calore geotermico con obiettivi chiari, nonché promuovere incentivi finanziari per supportare lo sviluppo di progetti di uso diretto
  • Applicare di tecniche di esplorazione appropriate per le risorse geotermiche nel ramo occidentale dell’East african rift con particolare attenzione alla scoperta di bacini geotermici lungo i piani di faglia e in profondità
  • Promuovere la formazione sul posto di lavoro per impartire competenze tecniche e conoscenze commerciali. E supportare il processo decisionale
Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.