L’esercito a difesa del Pianeta allarga le proprie fila. Il gruppo di Linkedin #sostieniilpianeta, promosso dalla giurista d’impresa Sabrina Moneghini Lenghi, professionista dalle competenze sfaccettate, riunisce tutti coloro che hanno a cuore i temi della sostenibilità, dell’economia circolare, del bio e del green.

Comunicazione e condivisione i cardini dell’esercito a difesa del Pianeta

L’idea ha preso forma durante il periodo di maggior picco dell’emergenza da Covid-19. “Non potendo continuare con le mie attività abituali, ho sentito la necessità di costruire questo nuovo progetto a sostegno del Pianeta”, spiega a Canale energia la Moneghini Lenghi. Iniziativa e strategia sono sue, sottolinea, “per natura e professione amo pianificare e fissare dettagli e scadenze”. Ma l’energia che anima il gruppo è collettivo e si basa sulla condivisione di idee e principi, perché “i nostri gesti quotidiani possono cambiare le sorti del Pianeta”.

difesa Pianeta
Attivisti climatici sfilano in una manifestazione per difendere il Pianeta.

Un gruppo ristretto di esperti ha dato la propria voce all’iniziativa nel mese di giugno, a settembre gli aderenti sono oltre 400. Tutti hanno accolto con favore e condiviso la Carta dei valori, redatta dall’ideatrice, che riprende alcuni principi fondamentali – “solo apparentemente scontati!” – come la gentilezza e l’umiltà.

I partecipanti alimentano una comunicazione continua e personalizzata, promossa all’interno e all’esterno del gruppo, per rendere i consumatori più consapevoli e attenti alla finitezza delle risorse esistenti nel pianeta. Ognuno si mette in gioco e mette a disposizione del gruppo le proprie competenze, la funzione di questa community è “partecipativa e divulgativa”.

Next step “Una scuola green per tutti”

Linkedin è solo un primo passo. Tanti i progetti in cantieri, come riporta la descrizione del gruppo: un calendario #sostieniilpianeta, campagne di sensibilizzazione e crowdfunding per supportare realtà sostenibili sul territorio.

L’anno prossimo, assicura la Moneghini Lenghi, partirà il progetto rivolto alle scuole “Una scuola green per tutti”. L’iniziativa vuole stimolare il cambiamento anche nelle scuole, con l’aiuto delle aziende, attraverso moduli di formazione – da “l’acqua è bene prezioso” a “io sono un albero” – e attività pratiche. Dovrebbe farne parte Enzo di Rosa, fondatore del movimento “La marca del consumatore”, che dà ai consumatori la possibilità di disegnare prodotti più sostenibili e durevoli.

Ogni giorno gli studenti scriveranno su un calendario green il proprio gesto buono. “L’intenzione non è trasmettere, ma coltivare: se moltiplichiamo il gesto quotidiano in ogni famiglia” avremo una società più inclusiva. Sabrina Moneghini Lenghi ne è convinta: “Chi è sensibile al pianeta è sensibile all’inclusione sociale”. Del resto la cura del creato, o della casa comune come ha detto Papa Francesco, spesso si sposa con un animo buono.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.