Ecologia e governo. L’ambientalismo scientifico degli Amici della Terra compie 40 anni

“Non cedere alla demagogia o a facili slogan” il diktat dell'associazione sempre attuale ricordato dalla presidente Monica Tommasi. Nella giornata presentato il libro a cura di Rosa Filippini su i testi del fondatore Mario Signorino

424

Ecologia è buon governo, con questo titolo apre i battenti la giornata organizzata dall’associazione ambientalista Amici della Terra per festeggiare i 40 anni al servizio dell’ambiente. Titolo che in realtà è stato prestato dal libro pubblicato in occasione di questa ricorrenza in cui vi sono raccolti gli scritti più significativi dell’esperienza ambientalista di Mario Signorino, politico e giornalista italiano, fondatore nel 1977 degli Amici della Terra, associazione di cui fu a lungo presidente. Il testo, pubblicato da Aracne, è stato curato da Rosa Filippini, tra i fondatori dell’Associazione di cui è stata a lungo presidente, oggi nella direzione nazionale.

I 40 anni dell’Associazione commentati da due volti
che la contraddistinguono

Con lei e con l’attuale presidente della associazione ripercorriamo questi quaranta anni di lotte per l’ambiente, tema che non mai passato di moda e che anzi oggi, come ieri, è al centro dell’agenda politica.

40 anni iniziati con uno scontro tra le novità e l’establishment” spiega ai microfoni di Canale Energia Rosa FilippiniMi riferisco al nucleare. Una stagione che ci ha insegnato molto e che grazie agli scritti di Mario Signorino, possiamo guardare attraverso un filo rosso che unisce tutti gli elementi: dal nucleare alle foreste, dai rifiuti all’ambientalismo nei paesi dell’est… Tutte tappe molto difficili e faticose. L’associazione non ha finito di dire quello che vuole, continuerà a farlo abbiamo una squadra giovane”.

Un percorso in cui l’associazione ha mantenuto una sua prerogativa che rivendica a tutt’oggi di “non cedere alla demagogia o a facili slogan” come evidenzia Monica Tommasi, attuale presidente dell’Associazione. Oggi ci sono questioni diverse da 40 anni fa. A questo si aggiunge un approccio semplicistico a tematiche complesse. Tutto si basa su un si, un no, un like. In questo scenario vogliamo mantenere il nostro approccio riformista basato su rigore e dati scientifici in cui riteniamo centrale approcciarsi a una comunicazione nuova che vada oltre messaggi semplicistici”.

Un festeggiamento quindi, ma anche un’occasione per rifare il punto su quanto fatto e quanto ancora si può fare. Magari incontrando vecchi “amici” dell’associazione come la senatrice Emma Bonino, che ha sostenuto l’iniziativa che si è tenuta nelle stanze del Senato. La leader dei radicali, salutando a fine lavori, ha sottolineato come ci sia attenzione ai temi e alle modalità di comunicazione proposte dagli Amici della Terra, auspicando di continuare un dialogo verso queste istanze.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
CONDIVIDI
Agnese Cecchini
Giornalista, video maker, sviluppo format su più mezzi (se in contemporanea meglio). Si occupa di energia dal 2009, mantenendo sempre vivi i suoi interessi che navigano tra cinema, fotografia, marketing, viaggi e... buona cucina. Direttore di Canale Energia; e7, il settimanale di QE ed è il direttore editoriale del Gruppo Italia Energia dal 2014.