Nel corso del 2017 il numero di persone che nel mondo non hanno accesso all’elettricità è sceso per la prima volta al di sotto di quota 1 miliardo. A dirlo sono i dati della IEA- International Energy Agency, che spiega come, in base ai dati del suo World Energy Outlook 2018, oltre 120 milioni di persone a livello globale siano invece riuscite  a usufruire dell’elettricità nel 2017.

Paesi asiatici

In particolare, spiega la IEA, una “storia di successo” è rappresentata dall’India “che ha completato l’elettrificazione di tutti i suoi villaggi”. Risultati positivi sono stati raggiunti anche da altri Paesi Asiatici come l’Indonesia, dove il tasso di elettrificazione è quasi del 95%. In questo caso il balzo in avanti è stato notevole se si pensa che nel 2000 la percentuale era del 50%. Stesso discorso per il Bangladesh, dove dal 20% del 2000 si è arrivati all’80% del 2017.

L’esempio virtuoso del Kenya

Un trend positivo caratterizza anche il Kenya, dove il tasso di accesso all’energia elettrica è pari attualmente al 73%, rispetto all’8% del 2000. Inoltre “il progetto Last Mile Connectivity – spiega l’agenzia sul suo sito – mira a fornire l’accesso universale entro il 2022″.

Etiopia, elettricità per il 45% della popolazione

Se ci spostiamo in Etiopia il dato sull’elettrificazione è del 45% in netta crescita rispetto al 5% del 2000. Il National Electrification Program ha inoltre definito un piano per ottenere l’accesso universale entro il 2025. Si precede in particolare di raggiungere il 35% della popolazione con soluzioni off-grid.

Bhutan, 100% di accesso all’elettricità

Un ottimo risultato in termini di accesso all’elettricità, come si legge sul sito del World Economic Forum, è stato raggiunto anche dal piccolo stato himalayano del Bhutan. Si è infatti riusciti a passare dal 61% del 2006 al 100% del 2016. Protagonista di questo cambiamento è l’energia idroelettrica. Tuttavia, per far fronte alle necessità delle circa 4000 famiglie residenti nelle zone rurali più remote, il governo ha sfruttato anche sistemi solari domestici.

Un approccio innovativo alla mappatura dell’accesso all’elettricità

Dulcis in fundo un progetto che sfrutta una soluzione innovativa per tracciare un quadro della situazione dell’accesso all’elettrificazione in Africa sub-sahariana dal 2014 ad oggi. Si tratta di uno studio – condotto nell’ambito del programma di ricerca FEP (Future Energy Program) – nell’ambito del quale è stata realizzata una un’interfaccia online che combina dati satellitari, geografici e demografici per tracciare l’evoluzione dell’accesso all’elettricità in quei territori. 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.