emissioni auto dieselgateLo scorso 5 novembre è stato presentato, nel corso di una conferenza stampa, il report di Deutsche Umwelthilfe (Duh), associazione senza scopo di lucro per la tutela dell’ambiente e dei consumatori, che ha illustrato una perizia in cui sono idefintificati otto dispositivi di manipolazione delle emissioni finora sconosciuti nella Mercedes Classe E Euro 6.

Secondo l’associazione, i dispositivi di manipolazione riducono l’effettiva purificazione dei gas di scarico da parte del convertitore catalitico Scr. Dunque, le emissioni di ossido di azoto arrivano a superare il limite prescritto dalla legge fino al 500%. L’azienda nega l’accusa e di aver mai utilizzato dispositivi di manipolazione illegali nelle auto diesel vendute.

L’esperto di software automobilistici, Felix Domke, ha documentato la scoperta su otto dispositivi di manipolazione. Le misurazioni dei gas di scarico fatte su strada dall’Emissions control institute (Eki) del Duh supporterebbero la perizia. Ci sarebbe dunque difformità tra il veicolo esaminato al banco di prova, che risulta conforme, e invece i limiti di legge. Dalla guida su strada in condizioni reali emergono misurazioni dei gas di scarico dell’Eki che indicano un aumento delle emissioni di ossido di azoto fino al 500%.

Bisogna tener presente che, nel caso di specie, è stato esaminato un solo veicolo.

La German federal motor vehicle and transport authority (Kba) aveva precedentemente richiesto di aggiornare il software del modello qui analizzato, ma i dispositivi di manipolazione illegali non sono più presenti nel software aggiornato. Inoltre, pare che l’hardware dell’auto abbia sempre ridotto le emissioni, rispettando la legge, ma questo è stato impedito dalla programmazione del software.

Leggi anche Dieselgate, Transport&Environment: “L’Europa ha bisogno di un’autorità di omologazione indipendente”

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.