80e3375e 0305 448a Af66 Cd923a1c3fea 1024x683In due mesi l’installazione nelle acque italiane di tre Seabin, cestini galleggianti che raccolgono i rifiuti galleggianti, ha consentito all’Associazione nazionale marinai d’Italia di raccogliere oltre 100 Kg di plastica: cannucce, tappi, piatti, bicchieri e sacchetti di plastica, lattine, confezioni alimentari e tante microplastiche, frammenti molto piccoli di plastiche e polistirolo fino a 2 mm di spessore. L’equivalente di 7.000 bottigliette è stato consegnato ieri in Darsena a Milano durante l’evento conclusivo dell’iniziativa #perunmarepulito parte del più ampio progetto Lifegate PlasticLess promosso da Klm, Lifegate e Armata di Mare.

Anche la Darsena plastic free

I Seabin, prodotti da Poralu Marine, sono stati installati in punti strategici per la raccolta: il 16 aprile a Napoli nel porticciolo del Molosiglio, presso la sede della Lega Navale; il 21 maggio al Diporto velico veneziano; tre giorni dopo a Genova presso il porto antico. Il 27 giugno, in occasione della giornata conclusiva dell’evento, è stato consegnato l’ultimo Seabin in Darsena, il “mare di Milano”. “Come Amministrazione stiamo lavorando per una città più verde, con meno auto e meno plastica, a partire dalla campagna di sensibilizzazione “Milano Plastic Free” che abbiamo avviato nei mesi scorsi. È quindi importante che questo messaggio venga condiviso e divulgato anche da realtà private che, come in questo caso, operano attivamente in questa direzione”, ha commentato in sede d’evento Pierfrancesco Maran, assessore all’Urbanistica, Verde e Agricoltura del Comune di Milano.

Leggi anche Stop alla plastica galleggiante nel Po

“Concludere simbolicamente a Milano questo percorso iniziato con Klm e Armata di Mare a Napoli, sottolinea che il problema delle plastiche sia comune a tutti e che insieme possiamo trovare la soluzione e fare la differenza”, ha rimarcato Enea Roveda, CEO di LifeGate.

I post #perunmarepulito

L’iniziativa #perunmarepulito continua per tutta l’estate. Per ogni foto corredata da un breve post pubblicata sui propri social o sul sito di Klm la compagnia area si impegna a raccogliere 1 kg di plastica all’anno in mare. L’azienda, LifeGate e Armata di Mare si prefiggono l’obiettivo di raccogliere in un anno oltre 2 tonnellate di rifiuti plastici, comprese le microplastiche e le microfibre, presenti nelle acque italiane.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.