Nel corso di questa settimana è giunta alle Camere la Comunicazione della Commissione UE alle istituzioni europee “Fit for 55: realizzare l’obiettivo climatico 2030 (Com 2021 – 550 def). L’atto è stato assegnato alla commissione Ambiente di Palazzo Madama con parere che sarà espresso anche della Politiche UE. A Palazzo Montecitorio si attende un’indicazione che, probabilmente, ricadrà sulle analoghe commissioni.

Da segnalare, intanto, che la commissione d’inchiesta sui rifiuti ha ascoltato mercoledì il vicepresidente vicario di Utilitalia, Filippo Brandolini. Secondo la Federazione tra le misure più efficaci di contrasto all’illegalità in campo ambientale, ci sono “quelle volte a rendere semplice il rispetto e l’adempimento delle regole, dando valore agli aspetti sostanziali e non a quelli formalistici dello spirito della norma, con un positivo riflesso anche sui costi operativi. Nella gestione dei rifiuti questo significherebbe anche dotare l’Italia degli impianti necessari a soddisfare il crescente fabbisogno di trattamento, riorganizzare la disciplina di settore rendendola più intelligibile, coerente e stabile nel tempo, semplificare gli iter autorizzativi e il regime dei controlli”.

Senato

Con 213 voti favorevoli, 28 contrari e un’astensione, giovedì 22 luglio il Senato ha rinnovato la fiducia al Governo con l’approvazione definitiva del Ddl n. 2320, di conversione, con modificazioni, del DL n. 73 (Semplificazioni bis) recante misure urgenti connesse all’emergenza da Covid-19 per imprese, lavoro, giovani, salute e servizi territoriali.

Lo stesso giorno la commissione Industria (X), a conclusione dell’esame dell’affare assegnato n. 397 sulla razionalizzazione, trasparenza e struttura di costo del mercato elettrico ed effetti in bolletta in capo agli utenti, ha approvato una risoluzione con 17 impegni al Governo su diverse tematiche, tra cui Fer, accumuli, gestione delle reti e metering.

La X, inoltre, è andata avanti sulla proposta di nomina del professor Ezio Mesini a presidente del Comitato per la sicurezza delle operazioni a mare, fissando un’audizione del docente dell’università di Bologna per martedì 27 luglio.

Sempre in X, mercoledì la sottosegretaria al Mite Vannia Gava ha risposto all’interrogazione n. 3-02713, primo firmatario il senatore Gianni Girotto, spiegando che “la Commissione europea sta valutando se includere o meno l’energia nucleare da fissione nella tassonomia europea delle attività sostenibili per l’ambiente” (qui la risposta completa).

Da segnalare, infine, la pubblicazione dei fascicoli n. 110 e 111 contenenti risposte scritte del Governo a interrogazioni presentate da senatori. In entrambi i casi sono riportati diversi interventi sul rincaro delle materie prime e, tra i vari effetti conseguenti, sulle ripercussioni per gli energivori o nell’edilizia.

Camera

Martedì 20 luglio la commissione Attività produttive (X) ha svolto l’audizione di Fincantieri nell’ambito della discussione di una risoluzione recante “iniziative per il sostegno della trasformazione energetica, delle fonti rinnovabili e, in particolare, della filiera dell’idrogeno” (qui le slide depositate come memoria). Secondo l’azienda sono necessarie “politiche di stimolo alla creazione di un eco-sistema industriale che favorisca il raggiungimento dell’obiettivo europeo di neutralità carbonica entro il 2050”.

Sempre in X la sottosegretaria del Mite Vannia Gava ha risposto mercoledì alle interrogazioni: De Toma, sull’utilizzo delle risorse previste per il Pnrr, nonché del suo fondo complementare, a sostegno delle rinnovabili; Benamati, sull’adozione del decreto ministeriale per la disciplina delle modalità di controllo da parte del Gse sugli impianti che beneficiano gli incentivi; Sut, sul recepimento della direttiva Red II anche al fine di consentire alle Pmi una piena partecipazione alle comunità energetiche rinnovabili (qui tutti i testi).

Lo stesso giorno, in aula, il ministro Enrico Giovannini ha invece risposto a un’interrogazione a firma Cattaneo ricordando che “il Governo si è impegnato a inserire nel disegno di bilancio per il 2022 una proroga dell’ecobonus per il 2023, tenendo conto dei dati relativi alla sua applicazione nel 2021”.

Massimo Bello, presidente di Aiget – Associazione italiana di grossisti di energia e trader, è infine intervenuto in commissione Agricoltura in tema di procedure di infrazione a carico dell’Italia: “Il ritardo nel processo di completo superamento dei prezzi regolati rispetto alla tabella di marcia delineata dalla Legge Concorrenza impedisce lo sviluppo di un mercato solido realmente competitivo, nel primario interesse del consumatore finale” (qui il comunicato relativo all’audizione).

Assegnata alla Bilancio una proposta di legge a firma Davide Crippa (M5S) recante “Istituzione di una commissione parlamentare per l’indirizzo generale, la vigilanza e il controllo dell’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza” (atto n. 3064).

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Antonio Jr Ruggiero
Nato ad Avellino, giornalista professionista, laurea in comunicazione di massa e master in giornalismo conseguito all’Università di Torino. È direttore delle riviste CH4, EIDOS e Italia Energia. In precedenza ha lavorato nel settore delle relazioni istituzionali e ufficio stampa, oltre ad aver collaborato con diversi media nazionali e locali sia nel campo dell’energia sia della politica. È vincitore di numerosi premi giornalistici nazionali e internazionali.