camera energia in parlamento governoSono varie le criticità del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) sottolineate dalle relazioni finali di Camera e Senato approvate questa settimana. In generale, emerge la necessità di un piano meno generico e con progetti meglio tarati sugli obiettivi indicati, in primis dall’UE, oltre a una richiesta di governance sul processo concertata e allargata. In entrambi i casi, soprattutto, si chiede un passaggio ulteriore in Parlamento prima dell’invio del documento finale a Bruxelles (qui le relazioni di Camera e Senato).

Da segnalare, inoltre, che la commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati ha approvato martedì una “relazione sulla gestione dei rifiuti radioattivi in Italia e sulle attività connesse”.

Camera

Mercoledì l’aula di Palazzo Montecitorio ha approvato anche il disegno di legge recante la “Delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l’attuazione di altri atti dell’Unione europea – Legge di delegazione europea 2019-2020” e la “Relazione consuntiva sulla partecipazione dell’Italia all’Unione europea (Anno 2019)”. Ora dovrà esprimersi il Senato.

Passando alle commissioni, invece, è stato assegnato alle riunite VIII e X il disegno di legge Vianello e altri “Modifiche all’articolo 6 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e altre disposizioni in materia di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi, di deposito sotterraneo di gas naturale, di valutazione dell’impatto sanitario dei progetti e di divieto di utilizzazione delle tecniche esplosive” (atto n. 2814).

Sempre martedì le Ambiente e Trasporti hanno svolto l’audizione di Roberto Tomasi, amministratore delegato di Autostrade per l’Italia, sul nuovo piano industriale della società e sulle sue ricadute nel settore dei trasporti, della mobilità sostenibile e delle infrastrutture intermodali (qui la memoria). Tra gli obiettivi delineati anche quello di realizzare “la più grande rete italiana di ricarica per veicoli elettrici in ambito autostradale”.

I rappresentanti di Sogin, invece, sono stati ascoltati mercoledì dalle commissioni Ambiente e Attività produttive in merito alla pubblicazione della Carta nazionale delle aree potenzialmente idonee (Cnapi) per la realizzazione del deposito nazionale per il combustibile irraggiato e dei rifiuti radioattivi (qui la memoria). Sul progetto, ha ricordato la società, è previsto un seminario nazionale il 21 settembre 2021.

Infine, sono molte le interrogazioni svolte questa settimana alla Camera. Mercoledì in Attività produttive, ad esempio, la sottosegretaria per la Transizione ecologica, Vannia Gava, ha risposto alle interrogazioni: De Toma, implementazione di atti di indirizzo concernenti iniziative in favore del settore della distribuzione dei carburanti; Squeri, iniziative a tutela della tenuta economica del settore dell’approvvigionamento e distribuzione dei carburanti nonché della legalità nel settore; Benamati, semplificazione delle procedure per l’accesso al cosiddetto Superbonus 110 per cento nonché misure di efficientamento per la fruizione delle detrazioni; Vallascas, autorizzazione per la realizzazione di un deposito costiero di Gpl in zona Santo Spiriticchio in agro di Manfredonia; Sut, respingimento delle istanze di revoca dei provvedimenti di decadenza dei titoli di efficienza energetica da parte del Gse.

Senato

Per quanto riguarda Palazzo Madama, la III commissione ha concluso l’esame, in sede referente, sulla “Ratifica ed esecuzione dell’Accordo fra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica tunisina sullo sviluppo di una infrastruttura per la trasmissione elettrica finalizzata a massimizzare gli scambi di energia tra l’Europa e il nord Africa, fatto a Tunisi il 30 aprile 2019”. L’atto passa ora al vaglio dell’aula.

Depositato, inoltre, il disegno di legge recante “Disposizioni per la sostituzione di automezzi e attrezzature azionati da motori endotermici con automezzi e attrezzature ad alimentazione elettrica, ibrida o a idrogeno nei porti delle Autorità di sistema portuale, di cui all’Allegato A della legge 28 gennaio 1994. n. 84”, atto n. 2163 che vede come primo firmatario Agostino Santillo del M5S.

Il Governo, infine, ha inviato al Senato le risposte scritte alle interrogazioni a firma Arrigoni (definizione del programma nazionale per la gestione dei rifiuti, 4-04414) e Doria (bonifica e la riqualificazione industriale del sito di interesse nazionale di Porto Torres, 4-04424).

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.