Nel 2021 il settore upstream offshore ha registrato quattro infortuni, due “lievi” e due “gravi”, di cui nessuno “fatale”. È quanto si legge nella relazione inviata questa settimana al Parlamento dal presidente del Comitato per la sicurezza delle operazioni a mare (Doc. CCXLVIII n. 5, non ancora pubblicato sui siti web delle Camere).
Nel testo si segnala che gli infortuni sono avvenuti ai danni di operatori delle piattaforme ma fuori dalle attività strettamente legate all’upstream.

Camera dei deputati

Sempre più numerosi gli interventi in Parlamento del ministro Roberto Cingolani sul tema energia. Dopo l’informativa urgente della scorsa settimana, il titolare del Mite ha svolto lunedì un’audizione presso le commissioni riunite Bilancio e Finanze sul Ddl di conversione del decreto n. 50 del 2022, recante misure urgenti in materia di politiche energetiche nazionali, produttività delle imprese e attrazione degli investimenti, nonché in materia di politiche sociali e di crisi ucraina (il video).

Lo stesso giorno anche l’audizione della presidente dell’Ufficio parlamentare di bilancio, Lilia Cavallari, per la quale, “sebbene la fiammata inflazionistica attuale sia alimentata in massima parte dai prezzi dei beni energetici (che tuttavia hanno rallentato in aprile al 39,5 per cento da oltre il 50 per cento del mese precedente) sta aumentando anche l’inflazione di fondo, al netto degli energetici e degli alimentari freschi (in aprile al 2,4 per cento, dall’1,9 di marzo), soprattutto per i rincari dei trasporti e delle utenze domestiche. L’inflazione acquisita per il 2022 è già lievemente superiore al 5 per cento per l’indice generale e al 2 per cento per la componente di fondo” (il testo completo dell’audizione).

Da segnalare in Attività produttive anche l’audizione del presidente di Arera, Stefano Besseghini, “sui dati relativi all’utilizzo delle risorse destinate al contenimento degli effetti degli aumenti dei prezzi nei settori elettrico e del gas naturale” (il video dell’audizione di oggi).

“Disposizioni per la salvaguardia ambientale e la valorizzazione del lago Trasimeno” è il titolo della proposta di legge n. 3336, a firma Prisco (FdI), presentata questa settimana. Nel testo si prevede “l’approvazione di un piano per la riconversione e lo sviluppo dell’area della ex centrale termoelettrica a lignite di Pietrafitta”.

Le riunite Ambiente e Trasporti hanno approvato un documento in merito alla “proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (UE) 2019/631 per quanto riguarda il rafforzamento dei livelli di prestazione in materia di emissioni di CO2 delle autovetture nuove e dei veicoli commerciali leggeri nuovi, in linea con la maggiore ambizione dell’Unione in materia di clima. Com 2021 – 556 final e allegato”.

Secondo le commissioni “occorre collegare strettamente gli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 delle autovetture e dei veicoli commerciali leggeri nuovi alla effettiva realizzazione di un’adeguata infrastruttura di ricarica dei combustibili alternativi sul territorio dell’Unione europea”.

Un documento è stato approvato anche dalle riunite Ambiente e Attività produttive, in questo caso sulla “proposta di regolamento relativa all’istituzione di un meccanismo di adeguamento del carbonio alle frontiere (Carbon border adjustment mechanism), COM 2021 – 564 final”.

Secondo le commissioni, “tenuto conto delle strette interrelazioni tra la revisione del sistema Ets e l’introduzione del Cbam”, occorre “definire in modo coordinato le due normative”.

Infine, mercoledì c’è stata la risposta in aula della Camera alle interrogazioni 3-03004, sull’ammodernamento della rete elettrica nazionale, 3-03005, sulla geotermia in Toscana, e 3-03006, sul tetto massimo al prezzo del gas.

Senato della Repubblica

Lunedì, con 180 voti favorevoli, 26 contrari e un’astensione, l’assemblea di Palazzo Madama ha approvato il Ddl recante la Legge annuale per il mercato e la concorrenza 2021 (ora alla Camera).

L’atto contiene diverse misure in tema di energia, tra cui concessioni idroelettriche, gare gas e i servizi pubblici locali.

 

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Nato ad Avellino, giornalista professionista, laurea in comunicazione di massa e master in giornalismo conseguito all’Università di Torino. È direttore della rivista CH4 edita da Gruppo Italia Energia. In precedenza ha lavorato nel settore delle relazioni istituzionali e ufficio stampa, oltre ad aver collaborato con diversi media nazionali e locali sia nel campo dell’energia sia della politica. È vincitore di numerosi premi giornalistici nazionali e internazionali.