Anche quest’anno si rinnova il consueto appuntamento con l’iniziativa ’Millumino di Meno’,  la Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili lanciata da Caterpillar e Radio2 nel 2005, che oggi farà spegnere le luci in tutt’Italia per promuovere la tutela ambientale. Temi chiave dell’edizione 2020 sono gli alberi e il verde urbano.

“Caterpillar  si legge sul sito dell’iniziativa – invita Comuni, scuole, aziende, associazioni e privati a piantare un tiglio, un platano, una quercia, un ontano o un faggio. Ma anche un rosmarino, un ginepro nano, una salvia, un’erica o una pervinca major: tutto quello che si può piantare su un balcone. Sul davanzale un geranio. E maggiorana, basilico, timo e prezzemolo: piantare un giardino sulla finestra. Piantare viole del pensiero, ortensie e petunie  in un vaso appeso alla parete. Piantare erba gatta”.

Le realtà che aderiscono

Tante le adesioni all’iniziativa che coinvolge ogni anno monumenti, sedi istituzionali e aziende, uniti nella battaglia per tutelare il pianeta.

Il ministero dell’Ambiente spegnerà, come ogni anno, le luci del dicastero di via Cristoforo Colombo dalle 19 alle 20. Inoltre stamattina sono state spente le luci e le apparecchiature elettroniche alla Sogesid, la società in house del ministero, e più tardi, su input del ministro dell’Ambiente Sergio Costa, si procederà in modo analogo anche all’Ispra, e in tutti i parchi nazionali e in tutte le aree marine protette.

La riduzione degli sprechi, a partire da quelli energetici, è tra le azioni prioritarie del ministero dell’Ambiente – sottolinea in nota il ministro Sergio Costa – con lo spegnimento simbolico delle luci del ministero, della Sogesid, Ispra, parchi e aree marine protette vogliamo dare un segnale di quanto sia importante per noi contrastare lo spreco di energia, accendendo l’attenzione sulla natura e sul mare, un patrimonio inestimabile”.

Il sito archeologico di Pompei ha deciso di spegnere le luci e di contribuire a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema.

Tra le realtà che hanno accettato l’invito ad “illuminarsi di meno’ c’è anche la cantina capalbiese Monteverro. “Ci illumineremo di meno – si legge in una nota – ma brilleremo di più. Per l’occasione abbiamo organizzato una degustazione a lume di candela, con visita delle vigne all’imbrunire, guidati da un percorso di luci solari, per riscoprire il piacere di sensi dimenticati”.

Anche l’Albero della vita, simbolo di Expo 2015, e Palazzo Italiaoggi sede di Human Technopole, il nuovo istituto italiano di ricerca per le scienze della vita, partecipano all’iniziativa per invitare tutti i cittadini a un più consapevole consumo energetico. Si uniscono l’intero Milano Innovation District (MIND) con i partner Arexpo, Fondazione Human Technopole, Lendlease, Università degli Studi di Milano, Istituto Ortopedico Galeazzi e Fondazione Triulza.

‘Accendi luce & gas Coop’, società controllata da Coop Alleanza 3.0, dal 6 al 15 marzo pianterà un albero per ogni nuovo cliente che sottoscrive un contratto “verde”. Con la Bcorp Treedom farà crescere una foresta di cacao in Camerun, permettendo di seguire sul web la crescita del proprio albero. 

Tante anche le iniziative prese dal gruppo bancario Intesa Sanpaolo. Le tre sedi museali delle Gallerie d’Italia a Milano, Napoli e Vicenza spegneranno l’illuminazione esterna dalle ore 18.00 alle 19.30. A Torino l’illuminazione di alcune aree del grattacielo, luogo di lavoro per 2.000 dipendenti del Gruppo e sede di incontri ed eventi per la cittadinanza, verrà interrotta dalle ore 20.30 alle 6.00 del giorno successivo e anche il Museo del Risparmio spegnerà le luci esterne dalle ore 18.00 alle 19.30. Inoltre, attraverso i 7.700 monitor degli sportelli ATM, tutti i clienti saranno chiamati alla partecipazione e sensibilizzati sull’adottare un comportamento più responsabile a difesa del verde e dell’ambiente.

Comieco, Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica, coglie l’occasione legata all’iniziativa ‘Millumino di Meno’, che arriva a ridosso del Mese del riciclo di carta e cartone, e promuove quest’anno la piantumazione di alberi, per diffondere alcune corrette informazioni sui lati positivi del riciclo di carta e cartone in termini di riforestazione, emissioni di anidride carbonica e gestione sostenibile delle foreste.  “L’industria cartaria in Italia – ricorsa il consorzio in nota – è un tipico esempio di economia circolare, un settore all’avanguardia in termini ambientali per utilizzo di materia prima rinnovabile e fibra riciclata, ma anche per l’aumento di efficienza energetica (+20% negli ultimi 20 anni) e la riduzione delle emissioni. Leggere un quotidiano cartaceo ogni giorno produce il 20% in meno di CO2 rispetto alla lettura digitale per la durata di 20/30 minuti e in trent’anni l’industria cartaria, attenta anche alla riduzione del consumo di energia e all’adozione di soluzioni tecnologiche più sostenibili, ha ridotto del 42% le emissioni di anidride carbonica prodotte per ottenere una tonnellata di carta”.

Adiconsum nazionale si impegna, invece, nell’ambito dell’adesione all’iniziativa, nel prossimo autunno, a piantare 100 alberi di abeti, in un Comune del Cadore, colpito da un tornado che ha distrutto 5.000 piante.

I consulenti, i volontari e i dipendenti che operano presso gli sportelli di Federconsumatori spegneranno, dalle 18.00 alle 19.30, le luci ed i telefoni cellulari, che sono i dispositivi che più degli altri assorbono un enorme quantitativo di energia. Inoltre, oggi ogni sede di Federconsumatori (circa 800 su tutto il territorio nazionale) si impegna a piantare un albero o una pianta.

Anche Sos Villaggi dei Bambini ha scelto di sostenere la nobile iniziativa e nei Villaggi SOS di Trento, Vicenza, Saronno, Roma e Ostuni i bambini e i ragazzi, oltre a spegnere le luci non indispensabili, danno vita a iniziative green per rendere più verde l’ambiente intorno a loro.

“I bambini e i ragazzi accolti da SOS Villaggi dei Bambini hanno accettato positivamente l’invito di Caterpillar. Questa giornata è per loro una vera e propria lezione di educazione ambientale, per comprendere l’importanza di ridurre gli sprechi – sottolinea Samantha Tedesco, Responsabile Programmi e Advocacy di SOS Villaggi dei Bambini – Non sprecare energia elettrica, spegnere le luci ogni volta che si esce da una stanza, avere cura degli spazi verdi sono azioni semplici, alla portata di tutti per cambiare cattive abitudini e intraprendere stili di vita sostenibili per contribuire a salvare il Pianeta“.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.