porto venezia
Foto di Alois_Wonaschuetz da Pixabay

Il porto di Venezia migliora la gestione con l’uscita informatizzata delle merci. Il sistema è promosso dall’agenzia delle Dogane e dei monopoli (Adm) in collaborazione con l’autorità di Sistema portuale del mar Adriatico settentrionale (Adsp Mas). Il supporto operativo è fornito dal comando generale della Guardia di finanza.

Il progetto Port Tracking

Il progetto Port Tracking prende il via dal tavolo tecnico permanente istituito tra Adm e Adsp Mas. Gli obiettivi mirano alladigitalizzazione delle procedure doganali nel porto di Venezia. Tra questi, ottimizzare i tempi di attraversamento dei varchi portuali, così da decongestionare gli spazi portuali, e informatizzare il visto per uscire dallo Stato. Il sistema promette il monitoraggio doganale e logistico dei flussi delle merci di rilevanza doganale.

La procedura operativa, partita in fase sperimentale il 27 novembre nel varco di via del Commercio, prevede la partecipazione graduale degli operatori portuali. Con questi collaboreranno le associazioni di trasportatori, spedizionieri e doganalisti per utilizzare il visto di uscita informatizzato come strumento principale per l’uscita dal Porto.

I vantaggi per il Porto con l’Internet of things

Il progetto, realizzato nella logica dell’Internet of things e prosegue l’impegno continuo dell’Adm nell’opera di trasformazione digitale del paese. Utilizzando strumenti innovativi per tutelare il traffico legale e velocizzare così le procedure assicurandone al contempo la sicurezza.

I vantaggi promessi per il porto di Venezia saranno molteplici. Innanzitutto, una riduzione del tempo di transito in uscita dal varco portuale di via del Commercio. Poi, un risparmio fino al 68% per il settore container, con conseguente riduzione delle emissioni di CO2 ed efficientamento della catena logistica.

I passaggi successivi

A partire da febbraio anche il varco di via dell’Azoto sarà aggiornato. Successivamente anche le procedure di pagamento delle tasse portuali per le merci e per le pratiche doganali fuori dall’ambito portuale sfrutteranno questa nuova modalità.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.