refrigerazione commerciale efficienzaEp produzione si sta occupando di un un nuovo progetto di efficientamento per la centrale di Trapani. L’azienda ha presentato al ministero dell’Ambiente la domanda di Via, Valutazione di impatto ambientale. Nei prossimi giorni presenterà allo stesso ministero la domanda di Aia, Autorizzazione integrata ambientale, e alla Regione Sicilia la domanda di AU, Autorizzazione unica.

Cosa prevede il progetto di Ep

Il nuovo progetto di Ep prevede il miglioramento dell’efficienza energetica dell’impianto. Il tutto attraverso la sostituzione degli attuali turbogas con quattro nuove unità in ciclo aperto di ultima generazione, di pari potenza, per un investimento complessivo di circa 120 milioni di euro.  “L’impianto – si legge in una nota – manterrà una potenza complessiva di circa 220 MW, ma con un rilevante incremento dell’efficienza. Il rendimento raggiungerà circa il 39%. Mentre il valore attuale si attesta intorno al 33%. Ciascuna turbina a gas sarà dotata di bruciatori a basse emissioni. L’abbattimento emissivo è inoltre implementato attraverso l’utilizzo di un sistema catalitico (sistema Selective catalytic reduction – Scr) che permetterà la riduzione selettiva degli ossidi di azoto”.

I tempi di realizzazione del progetto di Ep

Una volta ottenute le necessarie autorizzazioni, la costruzione della nuova unità richiederà approssimativamente 22 – 25 mesi.

Riduzione delle emissioni

La nuova tecnologia proposta colloca la centrale tra le tipologie di impianto meno impattanti in termini di emissioni da produzione di energia elettrica con turbine a ciclo aperto. In particolare, in conformità ai più stringenti orientamenti nazionali ed europei. Ep specifica che “l’eventuale impatto paesaggistico sarà gestito attraverso opportune opere di mitigazione visiva, cromatica e barrieramento vegetale con specie autoctone”.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.