Drs deposito cauzionale imballaggi

Sono 333 i decreti attuativi in attesa incluso quello del Ministero della Transizione ecologica che dovrebbe disciplinare il funzionamento del deposito su cauzione per il riciclo degli imballaggi di bevande.

Lo scorso luglio 2021 si era deciso, tramite emendamento al decreto Semplificazioni poi diventato legge, di introdurre un sistema di deposito cauzionale per imballaggi di bevande. Il decreto attuativo, appunto, non è mai arrivato. Senza quest’ultimo non è ancora possibile sviluppare il sistema Drs-Deposit return system o scheme per recuperare contenitori monouso per bevande, aumentando così la qualità del riciclo e riducendo i rifiuti da imballaggio.

Leggi anche Raccolta e riciclo imballaggi: in arrivo anche in Italia il deposito su cauzione

La situazione italiana

In Italia è stato introdotto l’obbligo di creare sistemi di deposito cauzionale, ma vale solo per plastica, vetro e alluminio. Il decreto attuativo è importante anche per fissare modalità di funzionamento, tempistiche e obiettivi da raggiungere.

Il ritardo pare sia imputabile a delle complessità tecniche e organizzative: il decreto attuativo, come spiegato dalla sottosegretaria Ilaria Fontana e riportato dal magazine Economia circolare, si riferirebbe al deposito cauzionale ai fini della raccolta per l’avvio al riciclo e non per lo scopo stabilito dalla normativa europea che vede il riutilizzo come opzione ambientale nell’ordine delle priorità.

Dunque, il dicastero sembra richiamare una modifica normativa al decreto Semplificazioni che dovrà essere emanata entro giugno 2022. Questa dovrà anche estendere l’obbligo del deposito cauzionale a tutte le tipologie e materiali di imballaggio riferibili sia agli imballaggi primari che secondari e terziari. Infine, il ministero vuole avviare un nuovo tavolo di consultazione con tutti gli operatori del settore.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.