Economia circolare: Uni lancia due call in action green e etiche

L'Ente Italiano di Normazione invita le organizzazioni a partecipare alla stesura delle prime norme della commissione Economia circolare

389
stopwatch call in action
Foto di Michal Jarmoluk da Pixabay

La commissione Economia circolare dell’Ente Italiano di Normazione – Uni ha avviato una call in action per le attività tecniche necessarie all’elaborazione degli standard in merito a due progetti di norme nazionali: il primo, sulla Misurazione della circolarità – Metodi ed indicatori per la misurazione dei processi circolari nelle organizzazioni” (Uni1608856) e, il secondo, dedicato alle Analisi di buone pratiche italiane di economia circolare per la valutazione del loro funzionamento e delle prestazioni e per favorirne la replicabilità” (Uni1608977).

“Una norma Uni non è una legge, perché usarla è volontario, ma è la soluzione migliore per realizzare un prodotto, condurre un processo, svolgere una professione. Per definirla, UNI mette insieme le parti interessate – da chi progetta agli utilizzatori finali – e i maggiori esperti del settore; quando giungono a una soluzione, la sottopone a un’inchiesta pubblica per affinarla ancora; poi la ufficializza come ‘stato dell’arte’. Per questo ogni norma Uni stabilisce uno standard ed è così autorevole”.

Un percorso partecipato: i due progetti di norme nazionali

La pubblicazione dei due progetti, prevista entro fino anno, negli intenti di Uni colmerà il vuoto normativo presente in Italia nell’ambito dell’economia circolare, oltre a sistematizzare le buone pratiche di circolarità italiane, ottenute attraverso un processo di verifica e comparazione dei casi esistenti al fine di fornire indicazioni e linee di indirizzo su ambiti specifici.

Per quanto riguarda la Misurazione della circolarità – Metodi ed indicatori per la misurazione dei processi circolari nelle organizzazioni, il documento definisce una serie di indicatori applicati a livello macro, meso e micro, atti a valutare, attraverso un sistema di rating (slegato da benchmark di settore), il livello di circolarità di una organizzazione o gruppo di organizzazioni. Il sistema di rating non ha livelli minimi di circolarità, ma rappresenta una valutazione sul livello raggiunto, rispetto a una applicazione massima di indicatori di circolarità, incrementabile nel tempo. Il documento contiene inoltre un’applicazione sperimentale.

In questo caso, Uni sottolinea che “il mercato evidenzia la necessità di disporre di standard sui criteri e sugli indicatori sulla base dei quali certificare la circolarità dei processi delle organizzazioni o gruppi di organizzazioni” e il progetto in fase di sviluppo, potrà essere “un futuro strumento di valutazione della circolarità a supporto di Bandi pubblici”.

Il documentoAnalisi di buone pratiche italiane di economia circolare per la valutazione del loro funzionamento e delle prestazioni e per favorirne la replicabilità contiene invece un’analisi di buone pratiche di economia circolare di organizzazioni italiane. Le buone pratiche sono suddivise in macro-aree di applicazioni di economia circolare sulle quali sono state analizzate le performance e gli impatti delle organizzazioni selezionate (ad esempio: prodotto come servizio, estensione ciclo di vita del prodotto, utilizzo dei sottoprodotti).

Il documento tratta anche dei miglioramenti quantitativi e qualitativi attesi e della loro replicabilità. La raccolta di buone pratiche italiane, categorizzate ed analizzate, fornisce, secondo Uni, “linee guida e riferimenti tecnici ad organizzazioni che vogliono intraprendere e/o migliorare un percorso di circolarità e organizzazioni che vogliono fornire innovazioni nell’ambito della circolarità”.

Le due call in action: tutti sono chiamati a dare il proprio contributo

Per assicurare una più ampia partecipazione alle attività tecniche, da parte degli stakeholder, l’Ente italiano di normazione chiede il contributo di tutti i soggetti interessati, con due specifiche call per un coinvolgimento diretto delle stesse organizzazioni.

La prima, riguarda la Raccolta di candidature per l’applicazione sperimentale del metodo di misurazione della circolarità (Uni/TS 11820). Le organizzazioni interessate avranno l’opportunità di applicare in via del tutto esclusiva il metodo di misurazione della circolarità contenuto nella Uni/TS 11820, diversi mesi in anticipo rispetto alla pubblicazione della norma.

L’applicazione sperimentale verrà effettuata nei mesi di settembre e ottobre del 2021. Ciascuna organizzazione riceverà un livello di circolarità associato ai dati inseriti, unitamente agli elaborati grafici e statistici sulla base delle informazioni inviate tramite la piattaforma di assessment.
La norma conterrà tutti i nominativi dei soggetti coinvolti che verranno selezionati per l’applicazione sperimentale e un’analisi aggregata dei dati raccolti.

Per inoltrare la propria candidatura, c’è tempo fino al 31 luglio 2021.

La seconda, consiste nella Raccolta di buone pratiche di economia circolare (Uni/TR 11820). Le organizzazioni interessate avranno l’opportunità di inviare le proprie buone pratiche di economia circolare da inserire nella Uni/TR 11821, compilando un apposito questionario online, reso disponibile sul sito di Uni.
Le buone pratiche saranno analizzate e selezionate dal gruppo di lavoro e potranno anche essere proposte a livello Iso per futuri progetti di standard internazionali.

La raccolta di buone pratiche resterà aperta fino al 30 settembre 2021.

Commissione Economia circolare: le attività

L’organo tecnico di Uni si occupa della normazione nel campo dell’economia circolare per lo sviluppo di requisiti, quadri di riferimento, linee guida e strumenti di supporto relativi all’implementazione di progetti di economia circolare. I “prodotti della normazione” che vengono proposti saranno applicati a qualsiasi tipo di organizzazione o di gruppi di organizzazioni che desiderano implementare progetti di economia circolare, quali: organizzazioni commerciali, servizi pubblici e organizzazioni no-profit.

Cronoprogramma della call in action

timesheet_economia_circolare (1) call in action

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Redazione
Un team di professionisti curioso e attento alle mutazioni economiche e sociali portate dalla sfida climatica.