foto da wikipedia, autore Milarix

Raccolta ‘porta a porta’ e introduzione della tariffa puntuale per il calcolo della TARI. Sono queste le principali novità che stanno interessando la raccolta differenziata a Todi, in Umbria. In particolare il servizio per il conferimento ‘porta a porta’ ha preso il via lunedì 3 giugno e prevede che GESENU, l’azienda che si occupa dei servizi di igiene ambientale, effettui il ritiro domiciliare dell’organico su tutto il territorio comunale. Questa tipologia di rifiuto dovrà essere conferita da ogni condominio o dalle singole utenze in un apposito contenitore marrone. Per le altre frazioni, invece, ovvero carta/cartone, plastica/metalli e secco residuo, non sono previste variazioni nelle norme di conferimento.

Centro storico, cassonetti con serratura

Per quanto riguarda invece il centro storico, la raccolta domiciliare riguarda l’organico, ma anche il secco residuo che dovranno essere riposti in appositi contenitori consegnati agli utenti. Inoltre per rendere più efficiente il conferimento dei rifiuti in carta/cartone, plastica/metalli e vetro sono stati introdotti i nuovi contenitori Ecobox, che sostituiscono i vecchi cassonetti. Queste nuove strutture sono dotate di serratura e sono a disposizione degli utenti residenti in zona, a cui è stata assegnata un’apposita chiave.

Introduzione progressiva della tariffa puntuale

Tra le novità in arrivo c’è inoltre l’introduzione della tariffa puntuale. Questa misura, che verrà implementata in maniera progressiva, permetterà al Comune di partire dal gennaio 2020 con il nuovo metodo di calcolo della Tari. In quest’ottica sia i nuovi contenitori sia quelli vecchi sono stati muniti già ora di un microchip che identifica in maniera univoca ogni utente.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.