foto da wikipedia
 foto da wikipedia

Il potenziamento della raccolta dell’organico. Un servizio su richiesta per il ritiro di sfalci e potature. La suddivisione del Comune in tre aree, con diversi orari per il conferimento dei rifiuti. Queste sono solo alcune delle novità che verranno introdotte nel Comune di Cascina (Pisa).

Organico

L’amministrazione comunale ha scelto di potenziare la raccolta della frazione organica dei rifiuti, introducendo, a partire dal primo di giugno, un terzo giro di raccolta. Il servizio sarà disponibile fino al prossimo 31 agosto.

Sfalci e potature

Per quanto riguarda la raccolta differenziata del verde, con il mese di maggio ha preso il via un servizio attivabile su richiesta tramite un apposito modello. In particolare le utenze domestiche che vorranno conferire sfalci e potature potranno farlo compilando un modulo on line su www.geofor.it. Gli interessati dovranno richiedere un apposito mastello di dimensione compresa tra i 120 e i 320 litri. Il costo sarà compreso tra i 20 e i 30 euro all’anno.

Amianto

Il Comune sta lavorando per offrire ai cittadini un servizio, totalmente gratuito, per lo smantellamento di piccole quantità di amianto.

Le novità nei centri di raccolta

Novità in arrivo anche nei centri di raccolta. In queste strutture verranno installati dei grandi contenitori destinati alla raccolta dell’indifferenziato, in modo che i cittadini possano recarsi occasionalmente in questi centri per conferire maggiori quantità di questo tipo di rifiuto. L’accesso sarà consentito tramite tessera sanitaria. Nei centri sarà collocato un distributore con i sacchetti per la raccolta dei diversi rifiuti. Anche in questo caso si dovrà utilizzare la tessera sanitaria e il costo sarà addebitato in bolletta.

Suddivisione del territorio in 3 aree

Il nuovo corso della raccolta differenziata a Cascina prevede inoltre la suddivisione del territorio comunale in tre aree: Zona A, Zona B e Zona C. Sono state stabilite inoltre delle variazioni di orario, che entreranno in vigore a partire dal 6 maggio 2019.

  • Nella Zona A,  che comprende il centro storico, la zona ovest e tutto l’asse della Tosco Romagnola (da Madonna dell’Acqua sino al confine con Pisa), si potranno esporre i mastelli a partire dalle 6 di mattina. Il ritiro avverrà dalle 6 alle 8.
  • Nella Zona B, che comprende tutta l’area a sud della ferrovia sino al confine con Pisa e Collesalvetti), si procederà in maniera analoga alla zona A.
  • Nella Zona C infine non sono stati introdotti cambiamenti e i mastelli devono essere esposti entro le ore 13.
Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
CONDIVIDI
Monica Giambersio
Giornalista professionista e videomaker con esperienze in diverse agenzie di stampa e testate web. Laurea specialistica in Filosofia, master in giornalismo multimediale. Collaboro con Gruppo Italia Energia dal 2013.