Portare la percentuale di materiali non conformi presenti nei sacchi gialli dei rifiuti multimateriale dall’11% ad un valore inferiore al 10%. In modo da evitare di pagare l’onere del costo di selezione, che rientra nella Tassa Rifiuti ed è a carico anche dei cittadini che differenziano in modo corretto.  E’ questo l’obiettivo legato all’introduzione nel Comune di Castellanza (Varese), a partire dal 1 luglio, del nuovo sistema per la raccolta differenziata dei rifiuti multimateriale. La novità riguarda in particolare l’adozione dei nuovi sacchi gialli con codice numerico, consegnati ai cittadini già nei mesi scorsi.

Tracciabilità

Questa novità è stata pensata per ovviare a una situazione diffusa nei condomini: i sacchi gialli non tracciati venivano usati spesso per l’indifferenziato al posto di quelli viola. Grazie alle nuove regole si potranno potenziare i controlli sulla qualità del materiale conferito negli impianti preposti allo smaltimento, limitare la presentazione di sacchi non in linea con le norme, e favorire la tariffazione puntuale. Il passo ulteriore sarà poi quello di creare un nuovo metodo per il calcolo della TARI, sua modulato sulla produzione di rifiuti delle singole utenze.

Le sanzioni

Sono previste inoltre, con un’introduzione di tipo graduale,  una serie di sanzioni per chi non effettuerà correttamente la raccolta differenziata. Se si butteranno nei sacchi gialli materiali non conformi la multa avrà un valore compreso tra 83 e 500 euro. Se non si rispettano orari e giorni di esposizione dei sacchi la multa va, invece, da 25 a 150 euro. E’ prevista inoltre una multa anche l’uso improprio dei cestini publici. In questo caso la multa va da 50 a 300 euro.

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.