Riferibilità nell’idrico, i nuovi regolamenti di Unioncamere

884

RubinettoidricoLa giornata dedicata al settore idrico: “Acqua: la metrologia non è mai stata così smart”; organizzata da Gruppo Italia Energia insieme ad Unioncamere ed Acism ha visto la divulgazione in anteprima ai partecipanti dei nuovi regolamenti di Unioncamere in merito al settore.

Ha visto un’apertura fuori programma ed estremamente calzante, con l’apertura ai lavori del d.g. del Mse Gianfrancesco Vecchio. La presenza del Ministero in questa sede ha rappresentato un segnale di attenzione ad una situazione, come quella delle camere, poste in un momento di “tempesta” e segna, inoltre, l’attenzione verso un dlgs che, se pur attivo da tempo, sta avviando in questi mesi le attuazioni delle varie parti.

La vicepresidente di Unioncamere, Tiziana Pompei, ha sottolineato come le camere sappiano di doversi “ripensare” ma ha evidenziato come serva più tempo e gradualità rispetto quanto evidenziato dal decreto legge 90. Ha percorso poi le diverse fasi previste dai regolamenti (nelle slide allegate tutti i dettagli) e rimarcato le modifiche più sostanziali. Nel corso della giornata non è mancata l’attenzione ai diversi player del settore cominciando da Accredia che, con Lorenzo Petrilli, ha enunciato le specifiche per l’accreditamento dei laboratori e tentato di rispondere alle diverse esigenze del comparto. Certamente ad oggi ciò che lascia maggior sconcerto sono i preventivi di accreditamento. Alcuni dei laboratori che hanno avviato la procedura, presenti in sala, hanno evidenziato al rappresentante di Accredia come avendo già svolto l’iter per altri servizi, trovassero eccessivo ripercorrere, e pagare, la parte di procedura già svolta. A questo il vicepresidente di Accredia, Paolo Vigo, presente in sala, ha poi risposto nel corso della tavola rotonda finale, mostrando una certa apertura.

“C’è bisogno di fare infomazione” sottolinea Roberto Cattaneo dell’Acism, perchè il settore non è ancora adeguatamente preparato alle innovazioni tecnologiche e regolatorie, non sono quindi  mancate le ispirazioni date dai player tecnologici. Enrico Parodi di Watertech sottolinea come il mondo gas possa ispirare le evoluzioni dell’idrico e perché no, anche ragionare in un unico ambiente di dialogo soprattutto pensando alle ottimizzazioni delle multi utility.

Sandro Marcon di Maddalena evidenzia il ruolo e le potenzialità date da una filiera di progettazione ingegnerizzata in cui è possibile conoscere in tempo reale il certificato di produzione del contatore.

Infine Roberto Guazzoni di Isoil Industria sottolinea il ruolo dei misuratori dei grossi calibri anche per il termico rappresentino un potenziale di effciienza per l’industria.

Non sono mancati momenti di ilarità ingegneristica, forniti da Lucio Zotti del centro Lat 175 Asti che ha mostrato le “incertezze” di alcuni contatori mostrando dal contatore “isterico” (numeri che girano furiosamente), “all’indeciso” (numeri che fanno avanti e indietro). Insomma decisamente sottolineare un aspetto di verifica e di tempistiche della stessa non è banale.

Di seguito le presentazioni dei relatori :

Roberto Guazzoni, Isoil Industria “Soluzioni smart per acqua ed energia termica in regime di transazione finanziaria. Centro LAT per misure di portata e volume”

Sandro Marcon, Maddalena “L’industria al servizio della metrologia: le procedure di verifica e di tracciabilità dei dati metrologici”

Carlo Marinari, Inrim “Riferibilità della portata idrica: tra il nuovo campione nazionale e la catena metrologica italiana per il termico”

Ugo Pagani, A2A “Opportunità e criticità per le aziende nel gestire la misura del calore”

Enrico Parodi, Watertech “Smart Meters acqua e gas; armonizzare le verifiche?”

Lorenzo Petrilli, Accredia “Le procedure di Accreditamento degli Organismi di Ispezione per l‟effettuazione dell‟attività di verificazione periodica ai sensi del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 30 ottobre 2013, n. 155”

Tiziana Pompei, Unioncamere “Il ruolo del Sistema camerale nell’ambito del decreto acqua e calore”

Luigi Vinci, Metropolitana Milanese Spa “Case history: Sala prove contatori e iter di accreditamento”

Giorgio Ficco – Agostino Viola, Palmer Scarl “Risultati di una analisi metrologica sperimentale in campo”

Lucio Zotti, Centro LAT 175 Asti “Problematiche di verifica periodica dei contatori idrici”

Francesca Gialdini, Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico “Delibere dell’Autorità in materia di misura nel servizio idrico integrato”

Print Friendly, PDF & Email
Tutti i diritti riservati. E' vietata la diffusione
e riproduzione totale o parziale in qualunque formato degli articoli presenti sul sito.
Giornalista, video maker, sviluppo format su più mezzi (se in contemporanea meglio). Si occupa di energia dal 2009, mantenendo sempre vivi i suoi interessi che navigano tra cinema, fotografia, marketing, viaggi e... buona cucina. Direttore di Canale Energia; e7, il settimanale di QE ed è il direttore editoriale del Gruppo Italia Energia dal 2014.